Italo, grande impegno contro la violenza sulle donne. Corsi gratutiti di autodifesa alle dipendenti e sensibilizzazione al personale maschile

L'azienda ha organizzato corsi di formazione di teoria e pratica per 700 donne lavoratrici e dal 2023 è impegnata anche alla sensibilizzazione di dipendenti uomini

Italo, grande impegno contro la violenza sulle donne. Corsi gratutiti di autodifesa alle dipendenti e sensibilizzazione al personale maschile

di Redazione web

Corsi di autodifesa per proteggere le proprie dipendenti da qualsiasi forma di violenza. Questo l'impegno di Italo, ormai dal 2017, che nella Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, ha illustrato quali saranno i progetti che vedrà impegnata l'azienda anche nel 2023 per combattere questo drammatico fenomeno. Tra le novità, il coinvolgimento anche del personale maschile, a cui è rivolto un percorso di sensibilizzazione.

Fratelli uccisero il padre violento per difendere la mamma: uno condannato, l'altro assolto. «Lotteremo insieme»

Impegno costante

Il 50% dei 1.500 dipendenti di Italo è composto da personale femminile, a cui è sempre stata rivolta particolare attenzione, soprattutto in virtù di un lavoro che quotidianamente espone le donne a luoghi e orari potenzialmente rischiosi per la loro incolumità. L’impegno di Italo, dall’8 marzo di quest’anno, si è rafforzato grazie al progetto “TRAINing GIRLS – Sicure in partenza", un’attività che ha coinvolto tutte le dipendenti Italo, per poi essere estesa alle donne ospiti delle case rifugio di Telefono Rosa, protette da anonimato che stanno intraprendendo un percorso di riabilitazione post-violenza. Dal 24 settembre scorso, l’azienda ha voluto fare di più,  coinvolgendo le familiari e le amiche dei suoi dipendenti, che hanno così potuto seguire gratuitamente i corsi.

Parto in casa, il bimbo nasce morto: due ostetriche indagate per omicidio colposo

25 novembre

Nella giornata internazionale contro la violenza sulle donne, si è svolta anche una giornata di formazione, con una prima parte teorica per insegnare a prevenire eventuali aggressioni ed a riconoscere i segnali di pericolo, seguita dall’attività pratica, basata su semplici tecniche di autodifesa insegnate da professionisti esperti nell’arte marziale israeliana del krav maga.

Corsi per uomini

Gianbattista La Rocca, AD di Italia, insieme a Laura Terracciano, avvocato volontario di Telefono Rosa, e con la partecipazione dell’attrice Elisabetta Pellini, da sempre in prima linea a tutela delle donne, ha raccontato i numeri di questo progetto: 700 donne formate fino ad oggi, di cui 380 nel solo 2022. «Questo progetto rappresenta un passo importante all’interno del percorso che portiamo avanti da sempre per la sicurezza dei nostri dipendenti e dei nostri viaggiatori. Aver formato 700 donne rappresenta un motivo di orgoglio per tutti noi. Continueremo a farlo fino a quando questi corsi non serviranno più. Solo allora potremo dire di aver raggiunto il nostro scopo» ha dichiarato Gianbattista La Rocca.

In quest’occasione è stato ribadito l’impegno dell’azienda anche per il futuro, presentando il nuovo progetto Italo: dal prossimo anno la formazione contro la violenza di genere sarà estesa anche ai dipendenti uomini, coinvolgendo in un primo momento circa 200 dipendenti. Un modo per sensibilizzare la popolazione maschile, su una tematica ancora troppo presente nell’attualità.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 25 Novembre 2022, 11:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA