Covid, presto test rapidi negli aeroporti. In Puglia quarantena obbligatoria per chi torna da Grecia, Malta e Spagna

Covid, presto test rapidi negli aeroporti. In Puglia quarantena obbligatoria per chi torna da Grecia, Malta e Spagna

Dopo i casi di coronavirus in seguito a rientri dalle vacanze all'estero, in Puglia scatta l'obbligo di quarantena: ad annunciarlo è il presidente della Regione Michele Emiliano, che ha deciso l'obbligo di 14 giorni di quarantena per i residenti in Puglia che rientrano da Grecia, Malta e Spagna, che si aggiunge allo stesso obbligo già previsto dalle leggi nazionali per numerosi Paesi esteri.

Leggi anche > Coronavirus, 6 morti e 412 nuovi positivi. Aumentano i malati

TEST RAPIDI IN AEROPORTO Intanto per chi rientra dall’estero dovrebbe essere presto realtà il test rapido di controllo (un test molecorale sulla saliva che fornisce risposta in 15 minuti) negli aeroporti, per controllare che chi rientra da altri Paesi non abbia contratto il Covid-19. Lo scorso 2 luglio, scrive il Corriere della Sera, il Comitato tecnico scientifico ha fornito giudizio positivo sull’attendibilità del test. Ieri lo stesso ministro Speranza ha promosso l’uso del test rapido, e oggi Walter Ricciardi, consulente del ministero della Salute, ha affermato come presto potrà diventare uno strumento validissimo per diagnosticare il coronavirus.

I test rapidi per la diagnosi di Covid «stanno migliorando e prima o poi avremo test con alta sensibilità, cioè la capacità di trovare soggetti positivi, e alta specificità cioè la capacità di evitare falsi negativi o falsi positivi», ha detto Ricciardi a SkyTg24. «Arriveremo ad avere un test rapido con queste caratteristiche, che al momento però non c'è, e quello sarà un enorme passo avanti, perché in pochi minuti saremo in grado di orientare le nostre scelte». 

EMILIANO: "PAESI CON ALTA CIRCOLAZIONE VIRALE" «Grecia, Malta, Spagna sono Paesi con alta circolazione virale in questo momento. Per questa ragione sto per emanare un'ordinanza che dispone, a partire da domani l'obbligo di isolamento fiduciario di 14 giorni per chi rientra in Puglia nella propria abitazione da Grecia, Malta e Spagna», ha detto Emiliano. «Vi ricordo - prosegue - che rimane l'obbligo per tutti coloro che arrivano da altre regioni italiane e da tutti i Paesi esteri di autosegnalarsi». Per coloro che si autosegnalano si attiva la sorveglianza attiva da parte dei Dipartimenti di prevenzione delle Asl. 
 

Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Agosto 2020, 21:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA