Lecce, Coronavirus: panico sul treno Roma-Lecce. Un viaggiatore era tornato dalla Cina: passeggeri trattenuti a bordo

Allarme in stazione a Lecce per un sospetto caso di Coronavirus sul treno arrivato da Roma alle 21 di questa sera. I passeggeri sono stati trattenuti sulle carrozze, il piazzale della stazione è rimasto per lungo tempo presidiato da pattuglie della polizia e alcuni agenti sono saliti a bordo del convoglio protetti da mascherine alla ricerca di un viaggiatore che è stato identificato: si tratta di un ragazzo proveniente dalla Cina, che è stato visitato e non manifesta alcun sintomo. 

 


 
La Asl conferma che si è trattato di un falso allarme. Ad allertare le autorità era stata una ragazza chiamando il 113 ed indicando il passeggero che era stato in Cina. Ma il giovane si era già sottoposto ai controlli in aeroporto, sia in Cina sia in Italia. Lui e gli altri occupanti della stessa carrozza saranno in ogni caso tenuti sotto controllo nei prossimi 15 giorni, come misura precauzionale. La reazione della ragazza è stata uno degli effetti della psicosi che ormai da settimane cresce attorno alla malattia e che in Italia sta vedendo moltiplicarsi i contagi nelle ultime ore. 

 
 
 

Ultimo aggiornamento: Sabato 22 Febbraio 2020, 13:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA