Coronavirus, Cts riunito: zone rosse e chiusure. Le ipotesi: dal week-end blindato al coprifuoco dalle 19

Coronavirus, Cts riunito: zone rosse e chiusure. Le ipotesi: dal week-end blindato al coprifuoco dalle 19

L'impennata di contagi delle ultime settimane fa scattare immediatamente l'allarme: è da stamani è in corso una riunione del Comitato tecnico-scientifico. Diverse le ipotesi sulle misure più stringenti da adottare su cui gli esperti sanitari discuteranno: ecco quali.

Covid, martedì il presidente Mattarella si vaccina allo Spallanzani

 

La riunione, secondo quanto si apprende, sarebbe stata sollecitata dal governo alla luce proprio del verbale degli esperti di venerdì nel quale gli scienziati hanno espresso «grande preoccupazione» per la diffusione delle varianti e ribadito la necessità di innalzare le misure a livello nazionale e locale.

Tra le ipotesi allo studio, chiusure generalizzate nei fine settimana, zone rosse più rigide e il criterio di 250 casi ogni 100mila abitanti per entrare automaticamente in zona rossa. I weekend potrebbero essere blindati e - sempre nella zona rossa - il coprifuoco partire dalle 19. 

Intanto sul fronte vaccini, da qui a fine marzo dovrebbero essere consegnate circa 9 milioni di dosi. Dal primo aprile, per i 90 giorni successivi, 52milioni e 477mila. Calcolatrice alla mano si tratta di 17,5 milioni al mese e questa volta, assicurano le case produttrici, non dovrebbero esserci ritardi.

 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 9 Marzo 2021, 10:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA