Marina Santoro, il messaggio del compagno alle sue amiche: «È stanca, sta dormendo». Ma lei è morta da due giorni

Marina Santoro a Chi l'ha visto, il messaggio del compagno alle amiche: «È stanca, sta dormendo». Ma lei è morta da due giorni

Attilio Di Rocco non si trova e non c'è traccia del suo corpo nel Tevere. A Chi l'ha Visto? il caso di Marina Santoro, la donna trovata morta nella sua villetta il 28 agosto scorso, si arricchisce di nuovi particolari. Dopo averla uccisa, Di Rocco avrebbe preso il suo cellulare per rispondere alle amiche che si aspettavano di vederla a cena. «Marina è stanca, sta dormendo», si legge nel messaggio. La donna, però, era morta da due giorni. In quella casa dalle finestre sigillate e piena di gas solo lei è stata trovata cadavere, nonostante un biglietto lasciasse intedere il suicidio di entrambi.

Leggi anche > Chi l'ha Visto, un ragazzo filmato a Trastevere somiglia a Daniele Potenzoni: «Lo conosco, non è lui»

In un video girato sempre il 30 agosto, quando ancora non era stato scoperto il corpo, l'uomo è sulle sponde
del Tevere e armeggia con un tubo. Il filmato è stato mandato in onda dalla trasmissione più volte. A riprendere è un ciclista che interviene spingendo Di Rocco a sparire tra i cespugli in riva al fiume. Marina e Attilio, entrambi con un matrimonio fallito alle spalle, si sono conosciuti 25 anni fa e sono andati a vivere a casa di lei. Lui era irascibile e molto geloso e i due spesso litigavano. 

Per le amiche di Marina il pensionato 65enne potrebbe non essersi suicidato, dal momento che il corpo non è stato ancora trovato nel Tevere. L'ipotesi è che abbia inscenato la sua morte per far perdere le sue tracce.
L'ex marito di Marina, Michele Di Maso, dichiara ai microfoni di Rai Tre di sentirsi quasi in colpa per quello che è successo a Marina: «Ho pensato che se il nostro matrimonio non fosse finito non sarebbe successo tutto questo. Lei orgogliosa com'era non avrebbe mai chiesto aiuto, ma se me lo avesse detto le avrei dato una mano». 
 
Mercoledì 23 Ottobre 2019, 23:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA