Bonus 600 euro, lo hanno richiesto anche 353 notai. Ma il reddito medio sfiora i 300mila euro

Bonus 600 euro, lo hanno richiesto anche 353 notai. Ma il reddito medio sfiora i 300mila euro
Mentre migliaia di lavoratori autonomi aspettano il bonus di 600 euro dell’Inps, tra coloro che lo hanno richiesto - tra le mille difficoltà legate al down del sito dell’istituto - c’è anche qualche centinaio di notai, precisamente 353. Un dato che sorprende, dato che il reddito medio della categoria sfiora i 300mila euro, ma pare che coloro che richiederanno il bonus entro la fine del mese potrebbero essere anche di più.

Leggi anche > Cig non arriverà prima di maggio: «Le banche non possono anticipare i soldi»

Ne parla oggi il quotidiano Il Sole 24 Ore, che cita i dati della Cassa Nazionale del Notariato: per ricevere il bonus di 600 euro previsto dal decreto ‘Cura Italia’, il requisito era aver percepito nel 2018 redditi fino a 35mila euro, oppure aver riportato nel primo trimestre del 2020 un calo di un terzo del fatturato rispetto allo scorso anno (per i redditi fino a 50mila euro). Dati molto lontani dalla media reddituale, ma pare che gli aventi diritto sforino i mille professionisti.

Il presidente della Cassa del Notariato Giambattista Nardone ha spiegato al Sole 24 Ore che
«i redditi più bassi sono attribuibili ai giovani notai: sono 856 i nuovi colleghi entrati in esercizio negli ultimi 4 anni, di cui 406 nel 2019. Sono questi ultimi a chiedere il bonus». Per il numero definitivo di notai che chiederanno il bonus, c’è comunque tempo fino a fine mese: potrebbero diventare molti di più.
Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Aprile 2020, 18:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA