Caro benzina, sciopero a oltranza per tutte le società di autotrasporto: ecco quando

Lo sciopero deriva dall'aumento vertiginoso del prezzo dei carburanti.

Caro benzina, sciopero a oltranza per tutte le società di autotrasporto: ecco quando

Sciopero di tutte le società di autotrasporto a livello nazionale a partire da lunedì 14 marzo. Uno sciopero a oltranza per le associazioni di Trasportounito mentre Unatras ha già annunciato che l'agitazione sarà solo per il 19 marzo. Lo sciopero deriva dall'aumento vertiginoso del prezzo dei carburanti. Una situazione che inevitabilmente si abbatterà sui consumi degli italiani: al problema si sta cercando di porre rimedio con un piano straordinario. La ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese, ha affermato al CorSera che «la continuità dei servizi pubblici» tra i quali il naturale approvigionamento delle merci «non può essere compromesso». 

Leggi anche > Morto Antonio Carraro, il re dei trattori. «È stato un grande pioniere»

Ma il blocco dei tir ci sarà e le associazioni e i sindacati non avrebbero intenzione di fermarsi. Nella giornata di martedì, un incontro con la vice ministra delle Infrastrutture Teresa Bellanova metterà sul tavolo un piano straordinario di aiuti da 80 milioni di euro. In Sardegna, invece, è scattata la psicosi: un audio di un camionista che anticipava lo sciopero incondizionato per 15 giorni ha fatto scattare l'allarme e ha fatto partire l'assalto ai supermercati.

Il presidente del Consiglio Mario Draghi, in una conferenza stampa di pochi minuti fa, ha invitato alla cautela: «Non c'è nessun rischio di un allargamento della guerra. Più pesanti sono le sanzioni e minore è il rischio di un allargamento del conflitto». Sul mettere un tetto al prezzo del gas: «È molto complesso. La Commissione al prossimo consiglio europeo presenterà un rapporto su come diminuire il contagio dal gas».

«La sospensione dei servizi - fa sapere Trasportounito in una nota - si è resa inevitabile anche per tutelare le imprese e impedire che le esasperate condizioni di mercato, determinate dal rincaro record dei carburanti, si traducano in vantaggi per altri soggetti del settore trasporti, ovvero in addebiti per obblighi contrattuali che le imprese della filiera logistica non sono più in grado di garantire». La benzina intanto continua ad aumentare: la verde self a 2.124 euro al litro, la diesel self a 2.074. Il costo del gpl, mai così alto, sfiora i 90 centesimi. Molto più caro il prezzo sulle isole, dove si sfiora la benzina costa 2.52 euro/litro e il gasolio 2.6 euro/litro.


Ultimo aggiornamento: Sabato 12 Marzo 2022, 10:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA