Vaiolo delle scimmie, un focolaio partito da uno studio di tatuaggi e piercing

L'allerta sanitaria: i rischi dell'utilizzo di strumenti non adeguatamente sterilizzati

Vaiolo delle scimmie, un focolaio partito da uno studio di tatuaggi e piercing

Vaiolo delle scimmie, è allerta per tatuaggi e piercing. Ma non solo. Dopo che l'Oms ha dichiarato l'emergenza sanitaria globale e i casi continuano a crescere in tutto il mondo, arriva l'allarme per un focolaio nato in un luogo inaspettato.

Vaiolo delle scimmie, quasi 17mila contagi in tre mesi: l'Oms dichiara l'emergenza globale

 

Vaiolo delle scimmie, l'Europa epicentro del contagio

I casi di vaiolo delle scimmie si stanno diffondendo rapidamente in tutto il mondo, anche se l'Europa, anche grazie ad un sistema di monitoraggio e sorveglianza adeguato, si conferma l'epicentro dei contagi. Sono oltre 10mila, su 17mila casi totali accertati in tutto il mondo, quelli rilevati dall'Ecdc nel nostro continente. In Italia, finora, sono stati accertati 407 casi (dati dell'ultimo bollettino del Ministero della Salute, aggiornati a venerdì 22 luglio).

 

Vaiolo delle scimmie, focolaio in uno studio di tatuaggi e piercing

Intanto, dalla Spagna arriva una notizia preoccupante per gli amanti di tatuaggi e piercing. Un focolaio di almeno 12 casi accertati è stato associato ad uno studio di tatuaggi, piercing e trucco permanente. È accaduto in Spagna, in provincia di Cadice: ad accertarlo il sistema di monitoraggio delle epidemie della Comunità Autonoma dell'Andalusia. Lo riporta 20minutos.es.
L'assessorato alla Salute andaluso ha fatto sapere di aver già avviato il contact-tracing e di aver chiuso in via precauzionale lo studio, ma ha ricordato anche ai cittadini i rischi che può comportare l'utilizzo di strumenti non adeguatamente sterilizzati.


Ultimo aggiornamento: Domenica 24 Luglio 2022, 22:18
© RIPRODUZIONE RISERVATA