Tortura e uccide la fidanzata di 16 anni, 37enne viene ammazzato di botte in carcere
di Alessia Strinati

Tortura e uccide la fidanzata di 16 anni, 37enne viene ammazzato in carcere

Era stato condannato per aver torturato e ucciso una 16enne ed è stato ammazzato in carcere. Zlatko Sikorsky, il 37enne australiano, si trovava in carcere dopo che aveva ammesso di aver ucciso una 16enne innocente. Il 37enne e la sua vittima erano fidanzati, ma colto da un momento di follia l'uomo ha torturato e poi ucciso di botte la minore.

 

Leggi anche > Celeste Manno morta a 24 anni accoltellata dal suo stalker: aveva denunciato, ma nessuno ha fatto nulla

 

 

Il delitto, avvenuto nel 2018, sconvolse tutta la comunità di Sandgate, a nord di Brisbane. L'uomo aveva prima torturato la 16enne, poi l'aveva uccisa a pugni, infine aveva gettato il cadavere in un barile. Dopo la sua scomparsa la famiglia aveva sporto denuncia e a seguito delle indagini si ritrovò il cadavere. Immediatamente i sospetti sono caduti su Sikorsky che si barricò in casa per evitare l'arresto, fino a quando non è stato preso, processato e condannato.

 

In carcere però il 37enne ha trovato la morte. Pochi giorni fa, come riporta la stampa locale, è stato aggredito in cella e portato in ospedale a causa delle gravissime lesioni cerebrali riportate. Nostante i tentativi dei medici di salvarlo per l'uomo non c'è stato nulla da fare. La polizia ora indaga sul caso, ma pare che Sikorsky abbia avuto una lite con un altro galeotto che gli avrebbe teso un agguato.

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Novembre 2020, 15:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA