Scontro choc tra due treni: 3 morti e 31 feriti, quattro sono gravi. «Colpa di uno stop non rispettato»

Scontro choc tra due treni: 3 morti e 31 feriti, quattro sono gravi. «Colpa di uno stop non rispettato»

Gravissimo incidente in Repubblica Ceca tra due treni, un espresso proveniente da Monaco di Baviera e un regionale ceco: tre morti, ferite 31 persone, di cui 4 in pericolo di vita, ha detto alla tv pubblica il ministro di Trasporti Karel Havlicek. Sul luogo sono in azione 4 elicotteri e molte squadre di soccorritori. L'incidente è avvenuto vicino al confine con la Germania, nel villaggio di Milavce, a ovest della Repubblica Ceca.

 

Leggi anche > Incendi a nord di Atene, scatta l'emergenza: migliaia di cittadini lasciano le loro case

 

«La situazione è grave» ha detto il ministro Havlicek. «Possiamo confermare che due persone hanno perso la vita» nell'incidente, ha riferito su Twitter la polizia nazionale ceca. «Decine di feriti sono stati segnalati sul posto. Stiamo aiutando l'evacuazione dei passeggeri», ha aggiunto la polizia, precisando che l'incidente è avvenuto poco dopo le 8:00 ora locale.

 

 

 

Secondo i primi accertamenti l'espresso che viaggiava da Monaco di Baviera a Praga si è scontrato frontalmente con un treno regionale sulla tratta Pilsen-Domazlice. «Il conducente di uno dei treni probabilmente non aveva rispettato il segnale di stop», ha detto l'ispettore delle ferrovie Martin Drapal. Nel luglio dell'anno scorso in Repubblica ceca tre persone sono morte e decine di altre sono rimaste ferite in due distinti incidenti ferroviari. 

 

 

Chi sono le vittime

 

Le vittime dell'incidente ferroviario di questa mattina nella Repubblica ceca sono i macchinisti dei due treni e una donna che viaggiava sul treno regionale. Lo ha detto Dagmar Brozova, la portavoce della polizia regionale di Pilsen alla tv pubblica, segnalando che sull' altro treno, un espresso internazionale Praga-Monaco, viaggiavano anche molti stranieri.

 

I feriti sono stati trasportati negli ospedali di Praga, Pilsen e Domazlice, mentre tre persone di lingua tedesca sono state affidate a equipaggi di soccorso provenienti dalla Germania, ha riferito la portavoce del soccorso regionale di Pilsen Maria Svobodova. «Secondo quanto accertato da più fonti - ha precisato il ministro di trasporti Karel Havlicek giunto sul luogo della tragedia -, il macchinista del treno espresso proveniente da Monaco di Baviera non ha reagito al segnale giallo, non ha rallentato. E poi non ha nemmeno reagito al segnale di stop, ha proseguito e si è scontrato con un altro treno passeggeri».

 

Si tratta del più grande incidente ferroviario dalla scorsa estate (il 7 luglio), quando uno scontro frontale tra due treni sulla linea a binario unico nella regione di Karlovy Vary (ad ovest) ha causato due morti e 24 feriti. In un altro incidente avvenuto lo scorso 14 luglio alla periferia di Ceskì Brod (Boemia centrale), dove un treno passeggeri si è schiantato contro un espresso fermo, ha provocato una vittima e 35 feriti. Un'altra collisione, tra un treno passeggeri che andava da Klatovy a Domazlice |(ovest) il 9 settembre dello scorso anno, e un convoglio composto da una locomotiva e un vagone, ha provocato 19 feriti.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 5 Agosto 2021, 18:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA