Papà resta incastrato tra le poltrone del cinema: morto sotto gli occhi di moglie e figlio
di Alessia Strinati

Papà resta incastrato tra le poltrone del cinema: morto sotto gli occhi di moglie e figlio

Va al cinema e muore incastrato tra le poltrone.  Ateeq Rafiq, un giovane padre di 24 anni era andato al cinema con sua moglie e il figlio quando si è chinato in avanti per cercare il telefono cellulare che era scivolato durante la protezione. In quel momento però la sua testa è restata incastrata nella poltrona elettrica e per lui non c'è stato nulla da fare.

Maicol Lentini, morto a 15 anni dopo una lunga malattia: era una promessa dell'Inter
Il dentista dimentica di sterilizzare gli strumenti, oltre 500 pazienti a rischio contagio per epatite e HIV


Secondo quanto riporta il Daily Mail i fatti si sono svolti più di un anno fa in un cinema di Birmingham, ma solo in questi giorni si sta svolgendo il processo. L'uomo è rimasto con il collo intrappolato nel poggiapiedi elettrico, la moglie ha subito lanciato l'allarme e a provato a liberare il marito insieme al personale del cinema intervenuto in suo soccorso. Il meccanismo si sarebbe messo in moto automaticamente per rimettersi in posizione, dopo qualche secondo, come se lo spettatore si fosse alzato, schiacciandogli così la testa.

Immediatamente è stato portato in ospedale ma le lesioni craniche erano troppo gravi e il 24enne è morto dopo una settimana dal ricovero. La vicenda ora è finita in tribunale dove la moglie della vittima ha ricordato gli ultimi istanti di vita del marito tra le lacrime.
Lunedì 20 Maggio 2019, 18:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA