Mamma desidera un figlio per 20 anni, il bimbo muore dopo un infarto: «Ho dovuto staccare le macchine»
di Alessia Strinati

Mamma desidera un figlio per 20 anni, il bimbo muore dopo un infarto: «Ho dovuto staccare le macchine»

Dice addio al suo bambino dopo sole 13 settimane di vita. Tammy Ireson, 39 anni, di Kings Lynn, Norfolk, ha voluto raccontare la sua storia e quella del suo bambino, Wilber, morto a causa dei gravissimi danni cerebrali causati da un arresto cardiaco. La donna ha aspettato 20 anni per avere il suo bambino, ma purtroppo non ha potuto vederlo crescere.

Leggi anche > Neonato di due mesi colto da malore in casa, due poliziotti gli salvano la vita con la rianimazione



Il bambino è nato con una grave malformazione che ha causato una miopatia congenita. La malattia gli ha causato rigidità alle articolazioni e problemi respiratori, con grandissime sofferenze, fino a quando non ha avuto un arresto cardiaco che ha comportato gravissimi danni cerebrali. «Dopo la scansione alla 20esima settimana in cui i medici hanno realizzato per la prima volta che qualcosa non andava, mi hanno chiesto ripetutamente se volevo interrompere la mia gravidanza ma ho detto di no ogni volta. Lo amavo già così tanto e credevo che meritasse di vivere», ha raccontato la donna al Daily Mail.

Dopo 11 settimane dalla nascita il bambino ha avuto un infarto e sono seguiti giorni molto difficili. «Non sapevamo se sarebbe riuscito a superare la prima notte ma ci è riuscito. Col passare dei giorni, è diventato più forte e come ogni nuova mamma, ho conosciuto mio figlio. Gli cantavo, lo coccolavo e lo amavo». La donna ha dovuto lasciar andare il suo bambino, staccando le macchine che lo tenevano in vita e ha voluto immortalare quel momento. «So anche che ci sono tante persone che hanno sperimentato la mia stessa perdita e hanno trovato conforto sapendo che non sono le uniche che hanno provato questo grande dolore», ha concluso. 
 
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Febbraio 2020, 15:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA