Sfondano ingresso delle Poste con un furgone per rubare il bancomat a Palestrina

Sfondano ingresso delle Poste con un furgone per rubare il bancomat a Palestrina

La tecnica è sempre la stessa. Un furgone usato come ariete per spaccare il portone d'ingresso dell'ufficio postale e un cavo d'acciaio per scardinare il bancomat e intascare il bottino. Stavolta l'obiettivo è un ufficio di Carchitti, frazione di Palestrina, in via Enrico Toti, zona non nuova a episodi di questo genere. Stanotte, intorno alle 3.30 i ladri hanno provato a mettere a segno l'ennesimo colpo nel centro in provincia di Roma. Lanciano a tutta velocità il furgone-ariete contro la vetrina delle poste e riescono a sfondare i vetri dell'ingresso ma quando provano a forzare il bancomat, il cavo d'acciaio cede.

LEGGI ANCHE Roma, tenta di scardinare l'ingresso di un bar: arrestato 60enne romano

Nel frattempo il gruppo criminale è stato costretto alla fuga perché le forze dell'ordine stavano arrivando. La tecnica è quella risaputa della “spaccata” con cui vengono portate a termine molti furti a Roma e in provincia grazie alla velocità dell’operazione. Nessuno sembra aver visto nulla, solo le immagini delle telecamere dell'ufficio possono dare qualche dettaglio ulteriore. Sul colpo indagano i carabinieri di Palestrina che sono intervenuti  per i rilievi. Oggi l’ufficio postale che ha subito grossi danni resterà chiuso al pubblico.


 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Novembre 2019, 16:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA