Mottura, riscatto del Viterbese

Mottura, riscatto del Viterbese

Sergio Mottura è un vignaiolo illuminato che, a partire dagli anni Sessanta, ha saputo cambiare le sorti del territorio vinicolo della provincia di Viterbo e degli storici vitigni a bacca bianca della zona. A valorizzare il tutto la DOC Orvieto, a cavallo tra Umbria e Lazio che, in quest’ultima regione, dà vita a vini di grande personalità come il Tragugnano, vinificato in acciaio ed esemplare biglietto da visita dell’azienda di Civitella d’Agliano. Di colore paglierino brillante nel calice, regala aromi di pera, limone, ginestra e fiori di campo, con un sottofondo di tufo. La bocca è fresca e sbarazzina; equilibrata, sapida e dal lungo finale agrumato. Da abbinare con dei ravioli ripieni di baccalà al burro e lime. (A.Bri.)
Ultimo aggiornamento: Giovedì 14 Maggio 2020, 08:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA