Monte Velino, inferno di ghiaccio blocca le ricerche dei dispersi sotto la valanga
di Manlio Biancone

Monte Velino, inferno di ghiaccio blocca le ricerche dei dispersi sotto la valanga

Prima le forti piogge, poi la neve e il gelo siberiano. Sul Monte Velino, in Abruzzo, il termometro ha segnato -17° bloccando i soccorritori che dal 24 gennaio scorso cercano i quattro escursionisti dispersi sotto una valanga, i fidanzati Valeria Mella e Gianmarco Degni con gli amici Antonio Durante e Gian Mauro Frabotta, Da allora al campo base di Forme è stata allestita un'operazione imponente, che ha portato in Abruzzo la tecnologia e le squadre migliori d'Italia ma dei dispersi nessuna traccia.

«Forse torneremo a valle Majelana lunedì o martedì - dice Enzo Albanese responsabile della comunicazione - secondo il Meteo il tempo continuerà a mantenersi piuttosto instabile a causa del continuo afflusso di perturbazioni atlantiche. Appena si aprirà una finestra torneremo in quota con gli elicotteri e con i soccorritori». «In quota c'è sempre molto vento e fa molto freddo – ha dichiarato, qualche giorno fa,  Fabio Manzocchi, capostazione del Soccorso Alpino di Avezzano - La neve purtroppo non accenna a sciogliersi, Valle Majelama poi è un frigorifero e resta uno strato di ghiaccio». 


Ultimo aggiornamento: Domenica 14 Febbraio 2021, 09:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA