Voli a rischio cancellazione, come scegliere per evitare di non partire: dall'orario al giorno. Ecco tutti i consigli

Le compagnie aeree, soprattutto quelle low cost, cercano di mettere un volo dopo l'altro. E così aumenta il rischio di ritardi o, addirittura, di cancellazione

Come scegliere il volo che ha il minor rischio di essere cancellato: dall'orario al giorno. Ecco i consigli

Altri 16mila voli saranno cancellati ad agosto. Non si arresta l'ondata di disagi per chi dovrà partire. Tanto che si è arrivati anche a usare l'espressione "far west" per indicare quanto sta accadendo negli aeroporti, con bagagli persi e aerei che non decollano. I motivi sono oramai noti: le compagnie aeree hanno avuto un aumento della domanda che non si aspettavano, ma hanno dovuto fare i conti con una carenza di personale. Durante la pandemia, infatti, l'offerta si era ridotta notevolmente e così erano arrivati i tagli del personale. Questa estate, però, la musica è cambiata. La richiesta di biglietti ha avuto un'impennata e i principali vettori aerei non hanno rinunciato alla richiesta. Anche se era eccessiva. Da qui ne è nato il caos. Ci sono però alcune indicazioni che si possono seguire per ridurre il rischio che il proprio volo venga cancellato.

Caos voli, aumento prezzi e cancellazioni «saranno presto la normalità»: ecco il futuro del trasporto aereo

Come scegliere i voli, l'orario migliore

Il primo suggerimento è di scegliere i voli che partono tra le 8.00 e le 11.00 del mattino. Perché? Esclusi scioperi, o altri disagi, il problema delle cancellazioni nasce dal fatto che i ritardi si accumulano nel corso della giornata. Le compagnie aeree, soprattutto quelle low cost, cercano di mettere un volo dopo l'altro. E così aumenta il rischio di ritardi o, addirittura, di cancellazione. Considerate che si arriva a inserire un viaggio anche 20 minuti dopo un altro. La mattina, quindi, il rischio di ritardo è molto più basso.

 

Quando è meglio non prendere il volo

Non partire il venerdì e tornare la domenica. In questi due giorni, d'altra parte, gli aeroporti sono più intasati e i voli pure. È meglio, quindi, evitare di prendere un biglietto aereo nel weekend. Questo è il secondo consiglio dei tre che si possono utilizzare quando si sceglie di prenotare. Non è tuttavia sempre facile seguire una scelta del genere: perché spesso sono i giorni in cui non si lavora.

I giorni migliori per partire

Partire giovedì o sabato conviene. Questi due giorni sono quelli meno intasati. Pochi viaggiatori, pochi disagi, poche cancellazioni. Il modo migliore per prenotare un volo è quindi quello di scegliere la mattina e preferire il giovedì o il sabato.


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Luglio 2022, 19:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA