Tra Palio e Infiorata è festa grande a Nepi e a Città della Pieve

Da una festa che si appresta a vivere i suoi momenti culminanti, il Palio dei Borgia, a una che prenderà il via nel fine settimana, l’Infiorata di San Luigi Gonzaga: il weekend fuori porta si celebrerà a Nepi e a Città della Pieve, senza dimenticare le prelibate ciliegie di Ceresara. Nel borgo ricco di storia in provincia di Viterbo è tutto pronto per il gran finale del Palio tra dame, cavalieri, musici, arcieri e la gastronomia tipica del posto da gustare nelle taverne delle quattro Contrade. Il 15 giugno è in programma la sommossa popolare, mentre il giorno successivo la Giostra dei cavalieri decreterà il vincitore dell’edizione 2018; domenica 17 a chiudere la manifestazione sarà lo spettacolare corteo storico, che vedrà sfilare centinaia di figuranti lungo le vie di Nepi addobbata a festa indossando splendidi costumi, accompagnati dal rullare dei tamburi, dallo squillare delle trombe e dalle evoluzioni del “Gruppo Musici e Sbandieratori di Sangemini”. Il Palio dei Borgia costituirà anche una buona occasione per scoprire una delle cittadine più suggestive di tutto il Lazio, che sorge tra torrenti e fonti di acque minerali, circondata dalle “forre”, affascinanti gole di millenaria erosione.

Un luogo dal fascino magico che conserva dei veri e propri tesori come il Forte dei Borgia, il pittoresco acquedotto, il Duomo con le sue 5 navate e la piazza comunale con l'omonimo palazzo progettato da Antonio da Sangallo il Giovane; senza dimenticare il Museo Civico, la Chiesa di San Tolomeo e le Catacombe di Santa Savinilla, uno dei complessi funerari sotterranei più importanti dell’Italia Centrale. E se i fiori sono innanzitutto colori e profumi, nello splendido borgo umbro di Città della Pieve (Perugia) saranno anche un gustosissimo piatto da assaporare in occasione dell’Infiorata, organizzata dai contradaioli del Terziere Casalino in omaggio al loro Patrono San Luigi Gonzaga: l’appuntamento è fissato per il 23 e il 24 giugno, ma già da questo fine settimana le porte saranno aperte ai visitatori per tanti imperdibili momenti.

A partire dalla gastronomia del territorio, con la Taverna del Barbacane che è pronta a solleticare il palato dei propri affezionati clienti con i piatti della tradizione come le “lumache al pizzico”, ovvero le chiocciole di terra servite con uno stuzzicante e segretissimo pizzico di pomodoro; oppure con il cinghiale al dragoncello, uno spezzatino di carne di cinghiale molto ricco di aromi scelto dai palati più sofisticati, con il cinghiale allo spito e le carni cotte alla brace del camino, da sempre simbolo del punto di ristoro allestito nell'incantevole scenario degli Orti del Palazzo Vescovile.

Tra gli altri eventi in programma spiccano, il 16 e 17 giugno, l’esposizione interregionale di giochi Lego e, sempre il 17, la discesa nel pozzo del Casalino a cura del Gruppo Speleologico del CAI di Perugia. Spostandosi infine in provincia di Mantova, a Ceresara tornerà il 16 e il 17 giugnol’appuntamento con la “Festa de la Saresa”, dedicata alla deliziosa ciliegia che è il vanto della produzione locale. Dalle 19.00 in poi sarà possibile cenare lungo la suggestiva tavolata allestita in via Roma degustando il tortello della possenta di Ceresara alla ciliegia, pizze e torte a base di cioccolato e ciliegie, mentre i coltivatori delle “ciliegie di Ceresara” saranno presenti all’interno di stand dedicati. Musica dal vivo, spettacoli comici, degustazioni guidate e il mercatino di hobbistica faranno da contorno, come di consueto, ai due giorni di festa.

Giovedì 14 Giugno 2018 - Ultimo aggiornamento: 18-06-2018 13:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME