L'amore ai tempi di Netflix: "Capisci di avere
'rotto' con il tuo ex quando cambi la password..."

ROMA - Lasciarsi non è mai semplice, troppe abitudini da dimenticare e troppe cose in comune da lasciare andare. Ai tempi di Netflix anche l'abbonamento allo streaming è motivo di discussione e di rimpianto. Ne sa qualcosa Tonya Malinowski, che sul New York Times, nella rubrica “Modern Love”, ha affrontato il problema della separazione tra coppie che condividono la stessa password in un articolo dal titolo "Tutta la nostra storia Netflix".

Tonya è stata lasciata dal suo ragazzo, Rob, mentre era in fila in una caffetteria Starbucks. Subito dopo ha cercato di distrarsi sdraiandosi sul divano a guardare i film su Netflix per poi accorgersi che la lista era piena di programmi visti insieme al suo ex. "Ed eccola lì – scrive Tonya – la lista delle serie viste di recente, il manifesto della nostra relazione. C’era Mad Man, che abbiamo guardato insieme durante una tempesta di neve, con le mie gambe intorno alla sua vita. E prima che potessi accorgermene, ho iniziato un episodio. In qualche modo è come se sperassi che, rivedendo la serie, potessi rivivere anche i ricordi che avevo di lui... Quello che mi manca di una relazione sono i giorni in cui stai insieme, dormi e guardi Netflix".

Secondo uno studio il 51% degli utenti Netflix pensa che condividere la password del proprio account sia un passo in avanti della relazione. Quasi come essere presentati ad amici e famiglia. Cedere il condice del video on demand equivale a dire: "Sono pronto per un rapporto maturo e mi fido di te". 
Lo Youtuber Danny Barbosa nel 2013 lanciò lo slogan: “Se mi lasci cambierò la mia password di Netflix. Non te ne starai stretta a un altro uomo con i miei 9 dollari al mese”. 

E quindi ora quando finisce una storia d'amore oltre a eliminare il proprio ex dagli amici di Facebook si cambia la chiave d'accesso di Netflix. 
Tonya racconta: “Due settimane dopo la separazione, ho acceso la tv e mi ha sorpreso un nuovo documentario nella lista delle cose che stavo vedendo su Netflix: Jiro e l'arte del sushi”. Era il suo ex ragazzo che stava utilizzando il suo account. La stessa schermata iniziale che chiede chi accede alla piattaforma era un colpo al cuore perché presentava il suo nome come se nulla fosse cambiato. Inizialmente non ha fatto nulla perché voleva mantenere un legame per lui, ma poi lo ha sbattuto fuori e ha ricominciato a vivere. 

 
Martedì 3 Maggio 2016, 15:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA