Pagelle Milan. Disastro Rafael Leao, non basta la magia di Calhanoglu. Rebic impalpabile, ahi ahi Tomori
di Luca Uccello

Pagelle Milan. Disastro Rafael Leao, non basta la magia di Calhanoglu. Rebic impalpabile, ahi ahi Tomori

Milan-Sassuolo 1-2: pagelle rossonere

DONNARUMMA 5
Nessuna colpa sulle due reti ma nemmeno l’ombra di un miracolo. Dal Sassuolo, al debutto in A, a questo ko pesantissimo.
CALABRIA 6
La sua assenza si è fatta sentire anche se non riesce ancora a spingere. Esce senza fiato (41’ st Kalulu ng).
KJAER 6
Nemmeno Gigio riesce a buttarlo giù. Poi entra un certo Raspadori…
TOMORI 5
Domenica Destro, ieri Raspadori. Due errori imperdonabili per mister 30 milioni. Romagnoli può disfare la valigia.
DALOT 5,5
Mette la freccia e prova a viaggiare quasi sempre in corsia di sorpasso. Theo però è un’altra cosa…
MEITE 6
Con il Sassuolo servono i muscoli e lui ce li mette tutti per aiutare Frank contro Locatelli e compagni (41’ st Brahim Diaz ng). 
KESSIE 6,5
>Un vero guerriero che lotta sempre per tutta la partita. Che errore arrivare a scadenza di contratto con il più forte della tua rosa.
SAELEMAEKERS 6
Non è un assist ma il passaggio vincente a Calha è suo. Poi ci mette corsa, sacrificio e qualche conclusione (41’ st Castillejo ng).
CALHANOGLU 6,5
Meno male che non doveva giocare. Destro a giro pieno di magia e grandi sogni. Un altro gol che aiuta lui ma non il Milan nella difficile trattativa per il rinnovo (28’ st Krunic 5: sempre meglio Hakan, anche con una gamba sola).
REBIC 5
L’ennesima conferma che non può giocare là davanti nemmeno con al fianco un altro. Meglio partire larghi e sfruttare la sua imprevedibilità (29’ st Mandzukic 5: non tocca praticamente un pallone).
RAFAEL LEAO 4,5
Inutile girarci intorno. Ricorda sempre di più Niang. Per qualcuno è più forte, per noi no.
PIOLI 6,5
Il suo Milan è nuovamente in emergenza formazione e senza Ibrahimovic e Theo Hernandez torna anche il mal di casa. Secondo posto a rischio.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Aprile 2021, 21:49

© RIPRODUZIONE RISERVATA