Incredibile Mbappè: «Hanno prevalso i sentimenti». Ecco quanto guadagnerà restando al Psg

Un anno fa il talento francese avrebbe voluto lasciare Parigi. Ma dopo un anno di corte da parte del real Madrid, Mbappé ha deciso di restare. Questione di cuore?

Incredibile Mbappè: «Hanno prevalso i sentimenti». Ecco quanto guadagnerà restando al Psg

di Niccolò Dainelli

Kylian Mbappé ha scelto: resterà al Paris Saint Germain. Dopo un anno di incertezze e di corte spietata da parte del Real Madrid, il talento francese ha rinnovato il contratto con i parigini. L'astro nascente del calcio mondiale fino a qualche mese fa voleva assolutamente vestire la maglia del Real Madrid, squadra di cui era tifoso da bambino, poi, qualcosa lo ha portato al rinnovo del contratto con il PSG. Ed è proprio il calciatore a spiegare il motivo: «Ora è tutto diverso, hanno prevalso i sentimenti».

 

Leggi anche > La Salernitana si salva, la pornostar come la Ferilli: si spoglia in strada e resta in topless

 

La telenovela sul rinnovo di contratto del fenomeno francese si è conclusa con un lieto fine per il Paris Saint Germain, ma anche per Kylian Mbappé. Ma risulta difficile pensare che la decisione di Mbappé sia stata una questione di cuore. Le cifre del suo nuovo contratto sono da capogiro e, indubbiamente, nella scelta del talento parigino i soldi hanno giocato un ruolo importante.

 

Ufficialmente, infatti, non si conoscono ancora le cifre dell'accordo che lega il giocatore al club per altri tre anni. Nei giorni scorsi si è parlato di un bonus alla firma di almeno 100 milioni, più 100 milioni all'anno di stipendio netti. Numeri folli. Quelle più verosimili invece parlano di 130 milioni a contratto siglato e 30 netti a stagione. Per un totale di 220 milioni di euro, che probabilmente avrebbero fatto cambiare idea anche al tifoso più sfegatato o a qualsiasi calciatore con la voglia di fare un'altra esperienza. 

 

«È stata una decisione difficile, mi sono rifugiato nelle partite, in quello che so fare. Sapevo che avrei dovuto parlare ma avevo bisogno di prendermi del tempo. Non ho mai avvertito la pressione. Tutti sanno che avrei voluto andare via un anno fa, era la decisione migliore. Stavolta il contesto è diverso, è una faccenda privata, da francese, vista l'importanza che ho nel Paese. Il lato sentimentale ha preso il sopravvento ed è cambiato anche il progetto sportivo, sono cambiate tante cose. Pieni poteri? Sono un calciatore, non ho altri ruoli, non voglio andare oltre». Kylian Mbappé ha spiegato così, nel corso di una conferenza stampa, i motivi del suo rinnovo con il Psg.

 

«Ho deciso da una settimana ma ho tenuto il segreto anche nello spogliatoio perché volevo che fosse una sorpresa per tutti - spiega il 23enne parigino -. Ho preso la decisione, poi ho chiamato Florentino Perez. Hanno fatto di tutto, hanno fatto del loro meglio e io ho rispetto per il presidente. Ho preso una decisione 'personale', la migliore per me. Ora mi concentro su questo nuovo progetto, in questa nuova era. Non so dove sarò tra tre anni, so solo che la mia storia qui non è finita».  

 

«La Francia è il Paese in cui voglio vivere, è il mio Paese. Il club vuole anche cambiare molte cose sul piano sportivo. La mia storia qui non è finita», ha aggiunto al fianco del presidente Nasser al-Khelaifi dopo la decisione di firmare per il PSG e rifiutare le offerte del Real Madrid.

 

«Il Paris Saint Germain non ha bisogno di convincere, dovrebbe essere un onore giocare a Parigi. Neymar e Messi hanno sempre detto che sarebbe stata una decisione mia e penso di averla fatta mia», ha concluso il fenomeno francese che nei prossimi tre anni vedrà lievitare il suo conto in banca. 


Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Maggio 2022, 09:54

© RIPRODUZIONE RISERVATA