Inter-Barcellona 1-0, le pagelle: Calhanoglu decisivo, De Vrij annulla Lewandowski

Inter-Barcellona 1-0, le pagelle: Calhanoglu decisivo, De Vrij annulla Lewandowski

di Alessio Agnelli

ONANA 6 A dispetto della caratura offensiva blaugrana, impegno da minimo sindacale, specie nella prima frazione, con un solo intervento su Christensen, di testa e neutralizzato in presa. Combina un mezzo pasticcio sull’1-1 di Pedri, ma il VAR lo cancella.

SKRINIAR 6,5 Sulle tracce del talentuoso Raphinha. Lo costringe a girare largo, concedendo solo l’uscita in fascia e nient’altro. Sicuro.

DE VRIJ 7 Subito in anticipo su Lewandowski, a far capire l’antifona. Nel prosieguo fisico e centimetri a limitare il polacco. Sul pezzo. (31’ st Acerbi ng)

BASTONI 7 Tiene a bada Dembelé con Dimarco, pronto a raddoppiare su Lewandowski in soccorso a De Vrij. E anche in fase offensiva non si tira indietro. Factotum.

DARMIAN 6,5 Se la vede con Marcos Alonso: dietro chiude, davanti si propone attaccando la profondità e mettendo il piede nell’azione del vantaggio. (31’ st Dumfries ng)

BARELLA 6,5 Alla ricerca della migliore condizione, ma in costante progresso. Gioca altissimo, chiamando il pressing sul portatore e scatenando le ripartenze.

CALHANOGLU 7 Dentro come vice Brozovic e subito pericoloso dai 30 metri. Nel giro palla di prima, qualche errore qua e là, specie sotto pressione, ma, in chiusura di primo tempo, si riscatta con il destro del vantaggio, di precisione chirurgica. Decisivo. (40’ st Asllani ng)

MKHITARYAN 6 Qualità aggiuntiva per non subire troppo il tiki-taka blaugrana. Garantisce esperienza e tecnica in movimento.

DIMARCO 7 Avvio più da quinto di difesa che di centrocampo. Prima si occupa di Sergi Roberto e Dembelé, poi li attacca, alzando il baricentro e il livello di pericolosità. Suo l’assist dell’1-0 per Calhanoglu. (31’ st Gosens ng)

CORREA 6,5 Si guadagna un rigore e segna un gol, ma Vincic annulla per fuorigioco in entrambi i casi. Corre, lotta, ci prova. In ripresa. (11’ st Dzeko 6: come i compagni di reparto, combatte)

LAUTARO 6,5 Garra, corsa e spirito di abnegazione. Si sacrifica per la squadra, anteponendo il bene supremo agli interessi personali. Uomo-squadra.

INZAGHI 7 Si prende il 2° posto nel girone di Champions e la prima vittoria stagionale contro una big. Finalmente la svolta tanto attesa? 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 5 Ottobre 2022, 08:02

© RIPRODUZIONE RISERVATA