Il Mugello si tinge d'azzurro: vincono Dovizioso, Pasini e Migno

Il Mugello si tinge d'azzurro: vincono Dovizioso, Pasini e Migno

di Daniele Petroselli

Dopo 9 anni il Mugello parla solo italiano, non accadeva dal tris Corsi-Simoncelli-Rossi del 2008.

In MotoGP trionfo della Ducati con Dovizioso, che ha preceduto Viñales e l'altra Rossa di Petrucci, ai piedi del podio invece Valentino Rossi, alle prese ancora con i postumi dell'incidente della scorsa settimana mentre si allenava sulla pista di motocross. Solo sesto Marquez, che perde terreno in classifica, così come il Dottore, ora a -4 da Dovizioso, secondo a 26 punti da Viñales. «È un sogno che si avvera, come per tutti i pilota italiani che corrono in moto - il commento del forlivese dopo la vittoria -. È così difficile vincere al Mugello che capisco perché tutti piangono...». Ancor più sorpreso Petrucci: «È un podio incredibile, quasi non ci credo, continuavo a guardare il maxischermo per vedere se ero davvero terzo. Ho anche sentito di poter vincere, ma vicino a Dovi mi è mancato il fiato».

Deluso Rossi: «Ero fisicamente in difficoltà, facevo fatica, oggi volevo arrivare, non come a Le Mans. Mi è dispiaciuto non essere salito sul podio ma sono contento per Petrucci perché è un mio amico, mi sta simpatico e poi ha fatto una gara incredibile. Se lo è meritato, è stato bravo. Mi sarebbe piaciuto di più se avesse fregato qualcun altro, ma è andata così».

Ma la giornata azzurra era cominciata prima con la vittoria in Moto3 (la prima in assoluto) di Andrea Migno, prodotto della Vr46 Academy, davanti a Di Giannantonio e Guevara, mentre nella Moto2 successo per Mattia Pasini (l'ultimo nel 2009 proprio al Mugello davanti a Simoncelli), che ha preceduto Luthi e Alex Marquez. Quarto Franco Morbidelli, che resta al comando della classifica mondiale con 13 punti di vantaggio sullo stesso Luthi.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 5 Giugno 2017, 09:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA