Porcupine Tree, un nuovo singolo per anticipare l'album del ritorno

Porcupine Tree, un nuovo singolo per anticipare l'album del ritorno

Torna una delle band più amate della scena neo-progressive mondiale. I Porcupine Tree di Steven Wilson hanno pubblicato il nuovo singolo "Of The New Day", che anticipa il prossimo album "Closure/Continuation", in uscita il 24 giugno. Un evento che sarà celebrato con un tour mondiale che toccherà l'Italia in una sola data, il 24 ottobre a Milano, al Mediolanum Forum.

L'Albero del Porcospino, nato con i primi demo pubblicati su "Yellow Hedgerow Dreamscape", ha dato il suo primo frutto ufficiale nel 1992, con "On The Sunday Of Life", epico album doppio intriso di musica psichedelica d'avanguardia, che ha consacra Wilson e compagni tra i massimi discepoli dei Pink Floyd. Nei lavori successivi, la musica del gruppo inglese si è spostata verso uno "space progressive infarcito di un pizzico di psichedelia", secondo la definizione dello stesso Wilson. Con testi spesso distopici frutto della fervida immaginazione del paroliere e frontman.
Nel corso degli anni i Porcupine Tree si sono costantemente evoluti, spaziando dal rock psichedelico pastorale all’ambient elettronico, dal pop sperimentale fino al suono ottenuto con “In Absentia” - un suono metal propulsivo tutto loro. I loro ultimi dischi fondevano con facilità tutti questi generi, consentendo ai Porcupine Tree di occupare un universo sonoro tutto loro e unico all’interno del panorama musicale.
Dopo aver pubblicato dieci album tra il 1992, con “On The Sunday of Life”, e il 2009, con “The Incident”, la formazione britannica si è presa un periodo di pausa dall’ottobre 2010, dopo il suo più grande show fino a quel momento, alla Royal Albert Hall di Londra.

Ora, Steven Wilson e i suoi due compari storici, Richard Barbieri e Gavin Harrison, tornano con l'undicesimo album in studio dei Porcupine Tree. È stato registrato sporadicamente e in tranquillità nel corso dell’ultimo decennio e completato nel momento in cui la pandemia ha interrotto i live tra il 2020 e il 2021, periodo che si riflette nei testi irrequieti e spesso travagliati dell'album, come nell’inquietante intro di “Herd Culling” ("Son, go fetch the rifle now/I think there’s something in the yard"), nell'appello dei despoti che attirano l'attenzione nella parte finale di “Rats Return”, o nell’abbandonarsi alle onde del protagonista di “Walk The Plank”.
Dai primi secondi dell'album in cui una linea di basso potente e instabile introduce la labirintica “Harridan”, al frenetico vortice della traccia finale “Chimera's Wreck”; attraverso i grezzi letti sonori elettronici che accompagnano “Walk The Plank” e l'acustica sognante di “Dignity” che lascia il posto a un suono esuberante e dinamico, è un album che guarda alla musica rock del futuro alimentata attraverso una miriade di filtri elettronici, divisa in parti uguali tra rumori stridenti e melodie elevate e malinconiche.

Il nuovo singolo “Of The New Day” è costruito attorno a una irrequieta chitarra acustica prima di trasformarsi in una violenta iperattività strumentale: un brano in netto contrasto con “Harridan”, primo singolo estratto dal disco. «È una canzone di rinascita, che emerge dall’oscurità - spiega Wilson - Sembra quasi semplice, una tipica ballata in pieno stile Porcupine Tree. Tutto questo fino a quando non si nota che la lunghezza delle barre cambia costantemente, alternando barre nei tradizionali 4/4 a 3/4, da 5/4 ai 6/4, 11/4, quindi la traccia non ha mai un ritmo definito. È quello che a volte i Porcupine Tree sanno fare molto bene, partire da un’idea di base che è quasi intellettuale o matematica, ma che risulta in un modo che suona completamente naturale e comprensibile. O almeno, spero che non sembri che vogliamo essere intelligenti giusto per il gusto di farlo, o che vogliamo mettere la tecnica prima della musicalità. A meno che ovviamente non ci si voglia effettivamente concentrarsi su quel lato della composizione».

Questa la tracklist di "Closure/Continuation": “Harridan”, “Of The New Day”, “Rats Return”, “Dignity”, “Herd Culling”, “Walk The Plank”, “Chimera’s Wreck”. L'album sarà disponibile in versione cd Standard, Doppio Vinile, Doppio Vinile bianco, Doppio Vinile blu trasparente, in digitale e in formato Musicassetta bianca, quest’ultima in edizione limitata. Sarà inoltre possibile acquistare una versione deluxe dell’album, pubblicata in formato “Crystal Clear Vinyl”, un vinile “cristallo” che, secondo gli audiofili, valorizza maggiormente la resa sonora, contenente tre 45 giri con tutte le tracce della versione standard + 2 bonus tracks, “Never Have” e “Population Three”. Infine, sarà disponibile anche una versione “Deluxe cd Bluray” che include il cd standard più un secondo disco con 3 bonus tracks, “Population Three”, “Never Have” e “Love In The Past Tense”, versioni strumentali e versioni stereo ad alta risoluzione 96/24, 5.1 / Dolby Atmos, il tutto arricchito da un esclusivo artbook.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 9 Marzo 2022, 20:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA