Morto il creatore del sintetizzatore Malcolm Cecil: aveva collaborato con i più grandi, da Stevie Wonder a Joan Baez

Video

La musica piange il pioniere del sintetizzatore. Malcolm Cecil, classe 1937. È morto, stroncato da una malattia, a 84 anni. A dare l'annuncio è stata la Bob Moog Foundation come ha fatto saper il New York Times.  Musicista e produttore britannico Cecil nel corso della sua carriera ha collezionato decide di collaborazioni di tutto vanto con artisti come Quincy Jones, Randy Newman, Isley Brothers, Van Dyke Parks, Joan Baez e Stevie Wonder.

A lui si deve la creazione del Tonto, il più grande sintetizzatore analogico polifonico multitimbrico al mondo costruito con le sue mani nel 1968. E sempre a lui e al duo formato con Robert Margouleff dal nome Tonòs Expanding Head Band va il plauso di aver realizzato un album, "Zero Time", interamente suonato con questo strumento.  Dopo che la star della Motown Records Stevie Wonder sentì la Tontòs Expanding Head Band chiese di avviare una collaborazione, da cui nacquero gli album del musicista statunitense «Music on My Mind» del 1972, «Talking Book» del 1972 e «Innervisions» del 1973.

Stevie Wonder a 63 anni aspetta 3 gemelli

Nato a Londra il 9 gennaio 1937, Cecil ha suonato in gioventù il basso con alcuni dei più famosi jazzisti britannici, tra cui Dick Morrissey, Tony Crombie e Ronnie Scott e ha diretto il suo quintetto The Jazz Couriers. Negli anni '60 si unì a Cyril Davis e Alexis Korner formando i Blues Incorporated, band rhythm and blues.
 

Brexit, Sting, Bob Geldof e Elton John, la protesta di 110 cantanti: «Noi vergognosamente dimenticati»

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 3 Aprile 2021, 16:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA