Fedez, la demielinizzazione e il rischio sclerosi multipla, parla l'esperto: «Lesione seria, ma potrebbe non degenerare»

di Michela Poi
Diego Certonze, professore ordinario di neurologia nell’università romana di Tor Vergata e responsabile di Neuromed (Istituto Neurologico Mediterraneo Pozzilli, che cosa significa demielinizzazione?
«È il danno della mielina, che è la guaina midollare delle fibre nervose attraverso cui i neuroni comunicano l’uno con l’altro». 

Questo significa per forza che arriverà la sclerosi multipla?
«No, soprattutto se non è accompagnata da sintomi e se rimane una lesione isolata. Per questo va tenuta sotto controllo. Perché potrebbe essere l’esordio della malattia».

Che altro potrebbe rappresentare? 
«Una vecchia cicatrice senza nessun significato, sopravvenuta ad esempio al momento della nascita».
Venerdì 6 Dicembre 2019, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA