Mamma Rai è donna e la Maggioni balla il valzer
di Marco Castoro

Mamma Rai è donna e la Maggioni balla il valzer

La torta già c’è. È lì sulla tavola da tempo. Anzi, anno dopo anno è diventata sempre più appetitosa. Perché in tv le donne vanno forte, più degli uomini. Soprattutto sulle reti di Mamma Rai. Mara Venier, Eleonora Daniele, Antonella Clerici, Federica Sciarelli, Lucia Annunziata, Paola Ferrari, Emma D’Aquino, Bianca Berlinguer sono volti consolidati e di riferimento per il telespettatore, ai quali si aggiungono Francesca Fialdini, Ingrid Muccitelli, la rientrante Simona Ventura, Nunzia De Girolamo, la splendida Serena Rossi. Tanto per citare i nomi più in voga tra le conduttrici. Ma le donne si stanno facendo apprezzare anche come direttori. Maria Pia Ammirati a RaiFiction, Simona Sala al Gr, Elena Capparelli a RaiPlay, Silvia Calandrelli a RaiCultura e recentemente Claudia Mazzola all’Ufficio Studi.

 

Presidenti Rai donne negli ultimi anni ci sono stati (Tarantola e Maggioni), così come direttrici di rete (Bignardi, Dalla Tana, De Santis), adesso manca la ciliegina sulla torta: la nomina di una donna ai vertici aziendali, come amministratore delegato. E forse mai come in questo giro di valzer si potrebbe colmare la lacuna.

 

Per la successione a Salini si continuano a fare i nomi - tra i papabili - di Tinni Andreatta (ex numero 1 di RaiFiction ora a Netflix) ed Elisabetta Ripa, a.d. di Open Fiber, ma per entrambe accettare la carica sarebbe uno sforzo economico non indifferente, visto che i loro compensi attuali sono nettamente superiori ai 240 mila euro annui che per legge la Rai concede.

 

Un nome invece su cui si può azzardare una scommessa potrebbe essere quello di Monica Maggioni. Di sicuro l’ex presidente è sulla rampa di lancio per un incarico importante (Tg1 o Rai1) e ha tutte le carte in regola per diventare la prima donna capoazienda, con tanto di benedizione del premier Draghi.  


Ultimo aggiornamento: Lunedì 12 Aprile 2021, 17:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA