Maturità 2020, da "Notte prima degli esami" Andrea De Rosa: «Nel film è andata bene, nella realtà no»

di Lorena Loiacono
Andrea De Rosa, co-protagonista del film Notte prima degli esami: come è stata la vera Maturità?
«Nella realtà è andata anche peggio rispetto a quello che si è visto nel film».



Perché?
«Al primo anno dello Scientifico sono stato bocciato così mi sono iscritto in una scuola privata. Di quelle per i somari, insomma. Ho scelto il tecnico industriale ma poi sono stato bocciato anche all'ultimo anno, proprio alla Maturità».
Addirittura?
«Sì, praticamente mi sono diplomato un anno dopo aver fatto il film poi diventato famoso. La notte prima della mia prima maturità non ero emozionato, in realtà avevo appena saputo che avrei fatto il film da co-protagonista e ormai pensavo solo a quello».
Alla fine come è andata?
Ho preso 62. Ma di quegli studi non mi ricordo niente. Io volevo fare l'attore, in quegli anni mi scrivevo i testi. Alla scuola non ci pensavo: sono l'esempio da non seguire, i maturandi di quest'anno possono prendere spunto da me per capire cosa non fare». 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 31 Gennaio 2020, 08:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA