Charlie Challenge, è allarme: tre ragazzini ricoverati in ospedale

Charlie Challenge, scatta l'allarme a Napoli:
ricoverata una 15enne, è già il terzo caso

NAPOLI - Una crisi di nervi e una 15enne finisce in ospedale a Napoli. Dietro il malore il sospetto che ci sia un nuovo gioco esoterico sul web che va di moda tra i giovanissimi, il Charlie Challenge.



Tutto inizia con due domande: "Charlie, ci sei? Charlie, possiamo giocare?".

Si prende un foglio e si divide in quattro quadranti. Su due quadranti si scrive un "Sì", sugli altri due un "No". Poi si prendono due matite e si sistemano al centro della griglia, una in orizzontale e l'altra sopra in verticale a formare una croce. A questo punto si invoca il fantasma di Charlie, un bambino che si sarebbe tolto la vita a soli 10 anni, e gli si fanno domande sul proprio futuro. Domande alle quali lui risponderà con un "Sì"o con "No" spostando la matita sulle risposte nei quadranti.



Questo gioco apparentemente innocuo può creare in alcuni ragazzi più fragili e suggestionabili delle vere e proprie psicosi. Rosanna Saccone, medico del 118 a bordo dell’ambulanza intervenuta sul posto, spiega al Corriere del Mezzogiorno: "Non avevo mai visto una crisi tanto forte in una ragazzina così giovane, – dice - era terrorizzata dall’idea del vomito, si gettava acqua addosso per pulirsi. Sono anche io una mamma e vederla così mi ha turbato non poco. Siamo riusciti a calmarla e l’abbiamo portata in ospedale".



La dottoressa è stata informata da un'amica della ragazzina circa lo strano gioco e dai suoi colleghi ha appreso che era già la terza ad essere ricoverata in preda ad una crisi isterica legata al Charlie Challenge. Sembra che nell’ultimo mese i casi siano molto aumentati.
Lunedì 22 Giugno 2015, 11:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA