«L'ipnosi funziona meglio di un'anestesia»: la dimostrazione dei medici in sala operatoria

«L'ipnosi funziona meglio di un'anestesia»: la dimostrazione dei medici in sala operatoria

L'ipnosi funzionerebbe meglio degli anestetici. Alcuni studi medici avrebbero dimostrato che l'ipnosi sarebbe più efficace di un'anestesia. Sono stati condotti dei test su persone che si sono sottoposte a un intervento alla spalla, mano o ginocchio, tutti hanno messo delle cuffie e si sono lasciati trasportare dalla realtà virtuale che riproduceva le immagini di un sottomarino mentre una voce descriveva quello che stava accadendo.

Tumore al seno, nuova cura aumenta del 70% la sopravvivenza per le giovani donne

La distrazione da ipnosi della realtà virtuale (VRHD) è stata utilizzata per sostituire la sedazione endovenosa che tali pazienti avrebbero normalmente avuto. Questo metodo consente di far addormentare le persone, ma non indurre il coma controllato completo di un anestetico generale. I ricercatori hanno affermato che l'ipnosi della realtà virtuale sarebbe ideale per gli anziani a causa dei rischi di sedazione pesante e di tempi di recupero più lunghi. La sedazione per via endovenosa provoca generalmente effetti collaterali come sonnolenza, mal di testa e secchezza delle fauci per diverse ore, mentre così facendo si limiterebbero gli effetti collaterali.

 
Domenica 2 Giugno 2019, 17:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA