Ciccozzi: «Il virus in Italia è mutato, più contagioso di quello cinese»

Ciccozzi: «Il virus in Italia è mutato, più contagioso di quello cinese»

"Il virus ha fatto una mutazione particolare che lo ha reso più contagioso rispetto a quello cinese, in Italia è presente un ceppo particolarmente contagioso. Bisogna non abbassare la guardia". Così Massimo Ciccozzi, epidemiologo molecolare Università Campus Bio-Medico di Roma, in collegamento con Agorà.
"Anche in America e in Spagna - ha spiegato l'esperto - è stata trovata nelle sequenze genomiche del virus la stessa mutazione. Non so quando ha mutato, ma quello che abbiamo visto nei genomi che abbiamo raccolto da febbraio ad aprile è che il ceppo italiano aveva questa mutazione, quello cinese no".

Leggi anche > La profezia del Nobel per la Medicina: «Non ci sarà la seconda ondata»

Ciccozzi ribadisce che "questo lo porta solo ad essere più contagioso". "E' vero che il virus si sta adattando a noi, è vero che abbiamo dei malati diversi rispetto a quelli di febbraio, molto più 'tranquilli'. Ma se tutto questo sta andando bene, non bisogna abbassare la guardia. Le persone devo continuare a portare la mascherina e mantenere le distanze", ha concluso.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 12 Giugno 2020, 09:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA