Centaurus, Bassetti: «Se prenderà il sopravvento, possibile fiammata a ottobre»

L'infettivologo: «Tutto sarà meno grave se non perdiamo tempo e procediamo con la campagna vaccinale»

Bassetti: «Se Centaurus prenderà il sopravvento, fiammata a ottobre»

Centaurus deve preoccupare o no? La sottovariante di Omicron 2 divide i virologi. «In Italia si attendeva che arrivasse Centaurus e infatti abbiamo i prima casi della BA 275 che è una sotto variante di Omicron 2. Dai dati in nostro possesso al momento sembra non causare la malattia grave, inoltre i vaccini, anche quelli non aggiornati, sono in grado di dare copertura per le forme di infezione più importante - ha detto Matteo Bassetti -. Se prenderà il sopravvento potremmo assistere a una fiammata di contagi per settembre-ottobre ma non dobbiamo allarmarci. Tutto sarà meno grave se non perdiamo tempo e procediamo con la campagna vaccinale».

In merito alla vaccinazione, l'infettivologo e direttore della clinica San Martino di Genova ha poi sottolineato: «La campagna per la quarta dose non è decollata in ogni caso Centaurus non mi preoccupa - ha aggiunto - ma dobbiamo dire "attenzione": con Omicron 4 e 5 la popolazione era coperta dai vaccini. In questo caso se prende piede la sottovariante avremo persone che hanno fatto la terza dose un anno prima».

Centaurus, primo caso in Italia della sottovariante. «Rischio che sia più contagiosa»

«Questo primo agosto senza restrizioni era inevitabile e anche giusto. È cosi in tutto il mondo. Non dobbiamo ragionare per restrizioni ma per raccomandazioni. Bisogna dire alle persone fragili e agli anziani di vaccinarsi, e usare i dispositivi di sicurezza. Non bisogna dire "quando" mettere la mascherina ma iniziare a dire a "chi": ovvero raccomodarle a certe categorie di persone in base alle situazioni».

Vaia: Centaurus non preoccupa

«Non fasciamoci la testa prima di rompercela. Gli italiani sono stremati e non hanno bisogno di ulteriori allarmismi. La nuova variante Centaurus (BA.2.75) da noi non si vede ancora. Allo Spallanzani finora nessun caso ed è solo uno in tutta Italia. Anche nei paesi che hanno visto una forte ondata BA.5 Centaurus non tende a diffondersi così rapidamente». Così il direttore generale dello Spallanzani di Roma, Francesco Vaia. «Adesso non mi sembra una priorità e soprattutto eviterei il consueto coro allarmistico e catastrofico, in un momento nel quale la variante dominante ora ci offre, come ampiamente previsto, un pò di respiro» aggiunge Vaia.

 


Ultimo aggiornamento: Domenica 31 Luglio 2022, 17:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA