Pif contro Matteo Salvini sul piccolo Ramy: «Fa il bullo con un ragazzino di 13 anni, è un bimbominkia»

di Simone Pierini
«Abbiamo un ministro dell'Interno che fa il bullo con un ragazzino di 13 anni. Definirlo "ministro della mala vita" forse va al di là delle sue capacità. È semplicemente un bimbominkia». Pif attacca Matteo Salvini dopo la risposta del ministro dell'Interno alla richiesta di cittadinanza per il piccolo Ramy, il 13enne eroe della strage sventata del bus a Milano«A Ramy piacerebbe dare la cittadinanza a tutti i suoi compagni ma questa è una scelta che potrà fare quando verrà eletto parlamentare, per intanto la legge sulla cittadinanza va bene così com'è»: è quanto ha detto Salvini a margine del Forum di Confcommercio a Cernobbio.

IL VIDEO: Salvini: «Ramy vuole Ius Soli? Quando diventerà parlamentare, legge rimane com'è»​

Dybala manda un messaggio vocale a Ramy: «Sei un eroe, voglio incontrarti»
Bus dirottato a Milano, l'autista Sy deve restare in carcere per strage aggravata dalla finalità terroristica​



Sulla concessione della cittadinanza al ragazzino di origini egiziane, «stiamo facendo tutte le verifiche del caso perchè prima di fare scelte così importanti bisogna avere controllato tutto e tutti», ha proseguito Salvini. «Assolutamente no», ha poi risposto il vicepremier a chi gli ha chiesto se questa potesse essere un'occasione per cambiare la legge. Un'uscita che non è piaciuta a molti e scatenando diverse reazioni tra cui, appunto, quella di Pif che si è affidato a Instagram per definire il ministro un «bullo» e un «bimbominkia»

Sy al gip: «Non mi pento, ho sentito le voci dei bimbi in mare e ho agito»​

«Con la battuta 'si faccia eleggerè rivolta a Ramy, il ragazzino di origine egiziana che ha chiesto la cittadinanza italiana per sé e i suoi compagni coinvolti nel dirottamento del bus, il ministro dell'Interno sfugge al dibattito» sullo ius soli. Dice invece il sindaco di Milano Beppe Sala, interpellato sul punto a margine della partenza della Stramilano. «Io non voglio mettere il cappello su questi fatti, come fanno in tanti, perché i temi sono complessi. Certo la battuta di Salvini 'fatti eleggere' mi sembra una risposta che non ha senso. È un modo per sfuggire al dibattito», ha commentato Sala. «Adesso si riattiverà il dibattito sullo ius soli - ha aggiunto - che è una questione significativa. Giusto che ne parli il Parlamento, quindi io voglio evitare di cavarmela con delle battute, ma certamente c'è un tema di tanti ragazzi che sono nati in Italia e vivono la nostra cultura».
Ultimo aggiornamento: 12:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA