Bus dirottato a Milano, l'autista Sy deve restare in carcere per strage aggravata dalla finalità terroristica

Ousseynou Sy, l'autista che ha sequestrato 51 ragazzini per poi incendiare il bus sul quale viaggiavano, deve restare in carcere: convalidato l'arresto e disposta la custodia cautelare.

Cittadinanza, Salvini: «Ramy vuole Ius Soli? Quando diventerà parlamentare, legge rimane com'è»




Deve restare in carcere Ousseynou Sy, l'autista che tre giorni fa ha sequestrato un bus con 51 bambini e gli ha dato fuoco. Lo ha deciso il gip di Milano Tommaso Perna che ha convalidato l'arresto e disposto la custodia cautelare.

Il giudice conferma i reati contestati a Sy dalla Procura. Il dirottamento del bus con 51 bambini, al quale poi Ousseynou Sy ha dato fuoco, configura il reato di strage aggravata dalla finalità terroristica. Lo ha stabilito il gip di Milano Tommaso Perna nell'ordinanza di custodia cautelare in carcere per il 47enne, nella quale vengono confermati anche gli altri reati di sequestro di persona, resistenza e incendio contestati dal capo del pool dell'Antiterrorismo milanese Alberto Nobili e dal pm Luca Poniz.

Ultimo aggiornamento: 17:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA