Senato, taglio dei vitalizi. Di Maio: «Promessa mantenuta». Pd e Forza Italia non votano

Senato, taglio dei vitalizi. Di Maio: «Promessa mantenuta». Pd e Forza Italia non votano

Tagliati i vitalizi, «stop ai privilegi» a Palazzo Madama: il consiglio di presidenza del Senato ha approvato la delibera sul taglio dei vitalizi, con un provvedimento che è passato con 10 voti favorevoli, un astenuto e senza i voti dei senatori di Partito democratico e Forza Italia che al momento del voto sono usciti dall'aula. ​Il vicepremier Luigi Di Maio esulta su Instagram: «Detto, fatto. Promessa mantenuta. Bye bye vitalizi anche per gli ex senatori. Questo privilegio non esisterà più per nessuno. Evviva!», ha commentato il ministro del Lavoro. 

Cous cous a scuola al posto del maiale, Meloni: «Un favore all'Islam». E Selvaggia risponde così

 
«Anche il Senato dice stop a vecchi e assurdi privilegi. Abbiamo agito in tempi rapidissimi, per portare avanti una battaglia della Lega e per mantenere una promessa che le forze del Governo del Cambiamento hanno fatto ai cittadini. Dalle parole ai fatti, contro i privilegi di pochi, in favore di tutti gli italiani», le parole invece dei senatori della Lega Paolo Arrigoni, Roberto Calderoli, Tiziana Nisini e Paolo Tosato.

«L'era della casta è finita: il privilegio di pochi diventa un diritto di tutti, quello al risparmio di risorse pubbliche - ha commentato il questure della Camera dei Deputati e portavoce del Movimento 5 Stelle Federico D'Incà - Con l'approvazione del taglio dei vitalizi al Senato si completa il percorso iniziato con successo alla Camera. Siamo orgogliosi di aver mantenuto questa promessa e di poter restituire agli italiani 280 milioni a legislatura che potranno essere reinvestiti in servizi per i cittadini». 
© RIPRODUZIONE RISERVATA