MuriSicuri arte per Torpignattara

Valeria Arnaldi
Street art sotto i riflettori e dal vivo nella seconda edizione di Muri Sicuri - Dipingiamo un muro per salvarne cento, che domani e domenica animerà Torpignattara, tra visite guidate e la possibilità di vedere due big della street art appunto, Diavù e Solo, al lavoro, seguendo le diverse fasi di creazione delle loro opere.
A firmare la manifestazione, 103 guide turistiche che si sono autotassate per finanziare la realizzazione di due opere su muri concessi dal municipio e che, per due giorni, accompagneranno gratuitamente i visitatori in passeggiate su prenotazione, per adulti e bambini, alla scoperta di grandi murales presenti nel quartiere in un itinerario che corre da Nicola Alessandrini e Lucamaleonte, da Daniele Tozzi e Dulk83 a Etam Cru, Etnik, Jef Aérosol. E ancora, Ella & Pitr, StudioSotterraneo, fino a Carlos Atoche che ha dipinto il muro nell'edizione della rassegna tenutasi lo scorso anno. Obiettivo, riqualificare una zona, portare l'arte fuori dai musei, creare momenti di riscoperta di un quartiere e, più ancora, occasioni di condivisione. Oltre ovviamente a incontrare grandi protagonisti della street art. E fare del bene. I fondi raccolti durante la manifestazione - il contributo è libero - infatti, saranno interamente devoluti alla città marchigiana di Matelica, cittadina in provincia di Macerata colpita lo scorso anno dal terremoto. Nella scorsa edizione, la manifestazione Muri Sicuri aveva sostenuto Norcia e Avendita di Cascia. Un'occasione per esplorare il quartiere da una prospettiva inusitata.
riproduzione riservata ®

Venerdì 2 Febbraio 2018, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA