Simona Romanò
Sebbene siano vaccinati si ritrovano sprovvisti di Green pass,

Simona Romanò
Sebbene siano vaccinati si ritrovano sprovvisti di Green pass, perché il sistema non l'ha rilasciato per intoppi burocratici.
Sono 1.184 i lombardi che nonostante abbiano ricevuto la doppia iniezione non sono ancora riusciti a ottenere la certificazione verde. E da venerdì scorso, quando il documento è diventato obbligatorio per tutti i lavoratori, è una mancanza che crea tanti disagi: non solo a cenare in un ristorante al chiuso, ad andare al cinema, a salire su un treno ad alta velocità, ma anche a entrare in ufficio o in azienda. I dati arrivano dall'assessorato regionale al Welfare: sono state inviate 13.630 segnalazioni da persone in difficoltà a scaricare il pass. Di queste, 12.446 sono state risolte. Mentre 1.184 cittadini non hanno ancora trovato una soluzione: 464 sono in corso di verifica da parte di Poste, 1.59 al vaglio di Aria e 591 in attesa di controlli dell'Ats e dei centri vaccinali. Tocca ai tecnici incrociare i database delle vaccinazioni con il flusso di informazioni del ministero della Salute e provare a sciogliere i nodi dei green pass non pervenuti il prima possibile.
Intanto, prosegue a pieno ritmo la profilassi anti-Covid, terze dosi comprese: la Lombardia, fanno sapere dal Welfare, «è giunta mercoledì a 15.472.409 somministrazioni tra cui 107.035 terze iniezioni». Il che significa che «91 su 100 lombardi vaccinabili (over 12 anni) hanno aderito alla campagna di profilassi». «La battaglia contro il virus sta dando ottimi frutti», dice l'assessore al Welfare Letizia Moratti: infatti, anche ieri il tasso di positività è calato fino allo 0,2%. Su 127.960 tamponi processati i nuovi postivi sono stati 383 e un solo decesso. A Milano e provincia 133 casi di cui 71 in città.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Ottobre 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA