Salvatore Garzillo
Tutti scelgono Milano, anche le borseggiatrici rom incinte.

Salvatore Garzillo
Tutti scelgono Milano, anche le borseggiatrici rom incinte. A dirlo sono gli uomini della Polfer che, secondo l'agenzia AdnKronos, avrebbero registrato uno strano fenomeno migratorio da Roma verso la stazione Centrale. Sembra che le ladre habituè della metrò della Capitale, forse anche perché molte stazioni della sotterranea sono eternamente chiuse causa lavori in corso, abbiano deciso di spostarsi a lavorare a Milano, approfittando di una circolare della procura che si mostra più morbida e stabilisce di non procedere all'arresto di donne incinte o con figli piccoli.
L'allarme degli investigatori è arrivato dopo sabato mattina, quando il conducente di un treno Italo è riuscito a evitare giusto in tempo l'impatto con un gruppo di cinque donne che stava attraversando i binari per sfuggire a un controllo da parte delle forze dell'ordine. Le giovani erano appena scese da un Frecciarossa fermo in stazione quando hanno attraversato la linea incuranti dell'arrivo dell'altro convoglio. Solo gli ottimi riflessi del macchinista hanno evitato una strage. Subito dopo due sono state fermate per furto e altre tre per interruzione di pubblico servizio.
Secondo quanto riferito dalla Polfer, le migrazioni avverrebbero con gruppi formati da 10-15 persone e ad attirare verso nord le ladre sarebbero anche i malfunzionamenti della metropolitana romana, dove sono state soppresse ben tre fermate in pieno centro, con buona pace delle lavoratrici rom.
Gli episodi di donne incinte fermate a Milano stanno aumentando esponenzialmente, a marzo una bosniaca di 33 anni è stata fermata in Centrale per un furto: al terminale è apparso che doveva scontare una pena a 9 anni e tre mesi per ordine del tribunale di Roma.
riproduzione riservata ®

Lunedì 24 Giugno 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA