Violette di marzo, Philip Kerr e l'eredità misteriosa ai tempi del Terzo Reich
di Paola Pastorini

Violette di marzo, Philip Kerr e l'eredità misteriosa ai tempi del Terzo Reich

In questa abbuffata di noir e detective provenienti del Nord che non accenna a diminuire, finalmente un investigatore privato teutonico. Lui è Bernie Ghunter, detective donnaiolo, ex soldato e antinazista ed è protagonista di una serie di gialli a firma Philipp Kerr, scrittore scozzese morto due anni fa.



Fazi riporta in libreria la trilogia berlinese di Kerr, considerato l’erede di Raymond Chandler. Si comincia con Violette di marzo. Nella Berlino del 1936 una coppia viene assassinata e il padre della donna, un industriale milionario, vuole vederci chiaro sui soldi che il defunto genero ha voluto lasciare al partito nazista e chiama Bernie Gunther, che si trova a indagare tra alte sfere del Terzo Reich, corruzione e antisemitismo. 

Philip Kerr Violette di marzo Fazi 318 p 15 euro
Ultimo aggiornamento: Martedì 28 Aprile 2020, 09:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA