Roma, famiglie tartassate dalla quarantena per i bimbi che non vanno più a scuola: ecco quanto costa

Scuola, son in Dad il 40% delle classi. E le famiglie pagano le spese

Roma, famiglie tartassate dalla quarantena per i bimbi che non vanno più a scuola: ecco quanto costa

di Lorena Loiacono

Salasso Covid sulle famiglie romane. Per ogni bambino positivo in una classe, infatti, tra i genitori si entra nell’incubo quarantena: con due casi, scattano dieci giorni di didattica a distanza durante i quali le spese, economiche, sono tutt’altro che indolori. 

Roma, auto ibride nel mirino: i ladri rubano le costosissime batterie al litio. Escalation di furti: dalla Cecchignola a Prati


Un alunno delle scuole elementari e medie non può restare solo in casa, né può restare in compagnia di nonni o babysitter perché è potenzialmente contagioso: quindi uno dei due genitori dovrà stare con lui, assentandosi dal lavoro. Per i ragazzi sotto i 14 anni è previsto il congedo parentale pagato al 50%, almeno fino a fine marzo in base al decreto del 24 dicembre, mentre per i ragazzi tra i 14 e i 16 anni la giornata di lavoro che salta non viene retribuita. E qui allora arriva la stangata: la paga di una giornata media sugli 80 euro, quindi si perde la metà della somma. E se l’iter si ripete per almeno 6 dei 10 giorni di assenza da scuola, si arriva ad 8 giorni di tagli retributivi se c’è solo un fine settimana di mezzo. La famiglia viene a perdere quindi dai 240 ai 480 euro di stipendio. Se poi la retribuzione è più alta, il danno è maggiore. Senza contare la categoria dei liberi professionisti, per i quali non è facile valutare il danno e non è previsto alcun rimborso.


A questo si aggiunge il costo dei tamponi: ne serve uno a fine quarantena, per rientrare in classe. Dovrebbe essere gratuito ma non sempre negli hub si trova appuntamento nel giorno utile. Ieri, ad esempio, nella Asl Rm 3 non c’erano date disponibili per sabato: da oggi si va al 31 gennaio con gli appuntamenti. Al Forlanini non ci sono date per questa settimana, si passa direttamente a febbraio. Ma per evitare di perdere altri giorni di scuola, il tampone viene fatto privatamente: dai 15 ai 22 euro per un rapido, oltre 60 euro per un molecolare. Inoltre, nella maggior parte dei casi, le famiglie decidono di fare anche un tampone iniziale per sapere se il bambino, contatto stretto di due compagni di classe positivi, si è contagiato. E così la spesa media per i tamponi vale almeno 35 euro. 
In tutto il costo di una quarantena varia dai 250 ai 500 euro a famiglia. Per una classe intera di 25 alunni, anche se non tutti i genitori lavorano, dieci giorni di dad arrivano a costare una media di 6500 euro. E a Roma sono migliaia le classi in dad: il salasso è servito.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Gennaio 2022, 11:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA