Roma, in Consiglio comunale arrivano 17 donne: ma Calenda e altri big possono lasciare lo scranno in Aula
di Lorena Loiacono

Roma, in Consiglio comunale arrivano 17 donne: ma Calenda e altri big possono lasciare lo scranno in Aula

Volti nuovi e vecchie conoscenze, la nuova Aula Giulio Cesare prende forma (48 gli eletti). La coalizione che ha sostenuto Gualtieri con 29 seggi, all’opposizione andranno i restanti 19 consiglieri. 


QUOTE ROSA Nelle file della maggioranza ci sono almeno 11 donne: dalle “vecchie” Giulia Tempesta e Valeria Baglio alla new entry Sabrina Alfonsi. E con le forze di opposizione se ne potrebbero aggiungere altre 6: da Mussolini e Mennuni per il centrodestra a Leoncini e de Gregorio per Calenda. 
CHI ENTRA, CHI VA Il condizionale è d’obbligo perché i giochi, in realtà, non sono ancora fatti. Ci sono nomi che potrebbero lasciare il posto ad altri. È il caso della Alfonsi che, dopo essere stata per due volte presidente del Municipio 1, si è conquistata il primo posto nelle preferenze dei quartieri del Centro: a lei spetterà, probabilmente, un assessorato. In quel caso lascerebbe il posto ad un altro consigliere Pd. Lo stesso vale per Caudo, ex assessore dell’allora sindaco Marino e presidente uscente del municipio 3, il più votato per Roma Futura e possibile neoassessore. La Matone, magistrato candidata con la Lega e prima eletta, potrebbe decidere di non entrare in Consiglio comunale, così come ha già dichiarato di voler fare Carlo Calenda. La stessa incognita riguarda Michetti e Raggi. 


GRANDI ASSENTI Resta di fatto fuori dall’Aula consiliare Forza Italia: l’unico posto che ha ottenuto va a Marco Di Stefano dell’Udc. Non ci sarà Marcello de Vito, che era presidente dell’assemblea capitolina, entrato con il M5S poi passato a FI.
STELLE CADENTI Il M5s passa da forza di maggioranza a strettissima minoranza, da 29 a soli 4 consiglieri: uno va alla Raggi, due ai fedelissimi Linda Meleo (già assessore ai Lavori pubblici e prima ancora ai Trasporti) e Paolo Ferrara, oltre allo scranno arrivato dalla lista civica con Antonio de Sanctis già assessore all’Anagrafe.


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Ottobre 2021, 07:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA