Roma choc, trovato un ordigno nella macchina del dirigente dei parchi di Roma. Era minacciato da tempo. Indagini in corso

Video
di Emilio Orlando

Paura a Roma. È stato trovato un ordigno artigianale all'interno di un'auto parcheggiata nelle vicinanze del mercato di via Tito Speri nel quartiere Prati. L'auto è stata notata intorno alle 17.40 perché si intravedono alcuni sospetti al suo interno. 

 

 

 

L'auto in questione appartiene al principe Marco Doria, presidente del tavolo per la riqualificazione dei parchi e delle ville storiche di Roma. Sulla carrozzeria della sua auto, parcheggiata è stata trovata una bombola contentente polvere pirica e bulloni con dei fili elettrici. L'ordigno così confezionato sarebbe potuto esplodere.

 

ORDIGNO DISINNESCATO

È stato comunque disinnescato dagli artificieri della polizia l'ordigno che era stato posizionato su un parafango dell'auto di Marco Doria, presidente del Tavolo per la riqualificazione dei parchi e delle ville storiche di Roma Capitale. Sono in corso le indagini della polizia per individuare gli autori dell'intimidazione. L'ordigno composto da una bombola contentente
polvere pirica e bulloni, collegata a dei fili elettrici, poteva esplodere. Doria aveva già subito minacce in passato ed era sottoposto a una misura di tutela. La prefettura di Roma ha già intensificato i controlli e nel prossimo comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica valuterà l'innalzamento della misura.

 

Marco Doria in passato era stato minacciato: circa un mese fa a piazzale Clodio aveva trovato appeso allo specchietto esterno della sua macchina un falco impiccato. Lo stesso Doria ha dato il via ad un’importante inchiesta della procura di Roma sui giardinieri assenteisti, che andavano a lavorare privatamente invece di ripulire le ville pubbliche.

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Giugno 2021, 14:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA