Modella morta a Roma, il pm ordina il sequestro dell'hard disk del fotografo

Modella morta a Roma, il pm ordina il sequestro dell'hard disk del fotografo

Si continua ad indagare sulla morte di Francesca Romana D’Elia, la modella di 19 anni morta a Roma dopo essere precipitata per una decina di metri nella tromba dell’ascensore mentre era su un set sul terrazzo condominiale di un palazzo in viale dei Quattro Venti.

 

Leggi anche > Matteo Dal Molin morto al ristorante, soffocato dal boccone di carne: inutile anche la manovra di Heimlich

 

Il pm ha ordinato il sequestro del pc del fotografo che stava scattando con la 19enne. Il professionista di 28 anni è stato l'ultima persona a vederla viva e l'ipotesi è che possa essere indagato per la morte della ragazza. Gli inquirenti pensano che nell'hard disk possano esserci elementi utili a ricostruire gli ultimi momenti di vita della giovane. I condomini hanno confermato che l'uomo abitualmente faceva venire nell' appartamento di cui aveva le chiavi giovani donne per fare scatti.

 

Come riporta il Corriere. it resta il miestero sul perché Francesca volesse un book fotografico e sul perché si sia rivolta al 28enne e non al padre, professionista ben più conosciuto e affermato. Dai primi rilievi è emerso che con il giovane aveva già preso parte a un set e quella che stavano svolgendo era una seconda sessione. Inizialmente l'ipotesi è stata quella di un incidente: la 19enne si sarebbe sporta durante gli scatti, ma il fotografo ha dichiarato che è scivolata per ripararsi dal temporale in arrivo: «Io sono passato da un muretto che prima avevamo scavalcato, lei è andata dall’altra parte finendo sul lucernario che ha ceduto», ha affermato.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Dicembre 2021, 10:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA