Neve a Milano, sugli spargisale è scontro. La Lega accusa Sala: «Incapace». Lui replica sui social

Neve a Milano, sugli spargisale è scontro. La Lega accusa Sala: «Incapace». Lui replica sui social

Milano si è svegliata sotto la neve questa mattina: le previsioni sulle precipitazioni nevose in arrivo nella notte tra ieri e oggi si sono dimostrate pienamente azzeccate, e il capoluogo lombardo questa mattina era completamente imbiancato. Ed esplode la polemica sui mezzi spargisale, che secondo il piano del Comune erano già entrati in azione da ieri sera proprio in previsione della neve, ma che secondo la Lega sono rimasti fermi.

 

Leggi anche > Milano sotto la neve, scatta il piano di emergenza: le foto

 

 

 

«Nonostante le previsioni sulla neve in arrivo fossero note da giorni, il piano anti neve del Comune di Milano è stato un flop assurdo. Sono centinaia le segnalazioni di strade sommerse dalla neve o di mancati passaggi dei mezzi spargisale», dichiara in una nota l'europarlamentare leghista Silvia Sardone. «Il sindaco Sala sui social è sommerso dalle critiche e risponde pure stizzito a chi gli fa notare i disservizi - aggiunge Sardone - Milano è bloccata e il sindaco, con il suo assessore Granelli, non solo non si è attivato ma si scoccia anche a rispondere a chi oggi nel primo lunedì di zona arancione doveva andare a lavorare e si lamenta giustamente di aver difficoltà a muoversi».

 

E la risposta di Sala non ha tardato ad arrivare, tramite la sua pagina Instagram: «El fioca! Dall'una di stanotte sono in funzione 200 mezzi per salare e liberare le strade e 150 persone per spalare nei punti critici (in giornata ne entreranno in servizio altre 400). Secondo le previsioni dovrebbe nevicare fino alle 12. Buona giornata», le sue parole. E a chi lo critica per aver tardato nello spargere il sale, il primo cittadino replica: «Ha una benché minima idea di quanto danno produce il sale sull'asfalto? Bisogna salare il necessario, non a rampazzo. Ma certo, criticare dal divano di casa è sport per tutti». 

 

Ancora il sindaco di Milano su Instagram: «Vorrei rassicurare il Sen. Salvini che vede una città “nel caos” e si chiede “se seguo le previsioni del tempo”. Le seguo, certo, e seguo anche il lavoro di chi è sulla strada cercando di fare il possibile.
D’altro canto chi come me lavora da una vita è abituato a seguire le cose e poi ad agire. Chi come lui non ha mai lavorato è abituato più che altro a usare la tastiera e a fare grandi proclami. Personalità e modi di essere diversi. Per fortuna dei milanesi, così potranno fra pochi mesi scegliere chi è più credibile per prendersi cura di Milano.
Specifico che abbiamo fuori tutti i mezzi disponibili e che c’è tanta gente che in ufficio o all’aperto sta lavorando per la città
». 

Sala poi conclude: «E permettetemi di ricordare il 1985, quando con un metro di neve sono andato a lavorare in Viale Sarca nel pieno di una nevicata che è rimasta nella storia. E come me moltissimi milanesi. Il punto è sempre lo stesso: dobbiamo tutti fare la nostra parte, non solo a parole, solo così affronteremo il disagio dovuto a questi 20 cm di neve e, soprattutto, il grande problema della gestione di questa pandemia e di quello che verrà dopo».

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 28 Dicembre 2020, 15:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA