Cade e batte la testa in monopattino: 290 incidenti dal primo giugno
di Simona Romanò

Milano, cade e batte la testa in monopattino: 290 incidenti dal primo giugno

È ancora allarme monopattini. Venerdì notte, in via San Gregorio, a Milano, si è verificato l’ennesimo incidente con un 30enne che ha perso il controllo della "pedana" elettrica e ha sbattuto la testa a terra procurandosi un trauma cranico.

 

Prosegue così la sequela di incidenti a Milano che vede coinvolti i "monopattinisti" che sfrecciano sulle “pedane” in sharing o di proprietà senza rispetto del codice della strada: imboccano i sensi unici, non rispettano il semaforo rosso, portano un passeggero, guidano con il cellulare in mano. Sono alcune delle infrazioni più comuni Si parla di una media di due incidenti al giorno, anche gravi. Mentre non si contano le scivolate per cui non è stato richiesto l'intervento dell'ambulanza, ma il "monopattinista" si è sicuramente procurato escoriazioni e botte, oltre a un brutto spavento.

 

«Dal primo a giugno a oggi sono 290 gli incidenti in monopattino per i quali Areu è dovuta intervenire, un costo alla politica green della Giunta di Giuseppe Sala sicuramente troppo alto», attacca l’assessore alla Sicurezza di Regione Lombardia, Riccardo De Corato (FdI), che siede anche sui banchi dell'opposizione del Comune. «A dicembre - ricorda - ho scritto al ministero dei Trasporti per denunciare quanto accade a Milano e sollecitare decisioni in merito: introdurre casco obbligatorio per chi guida il monopattino, oltre ad assicurazione e targa del mezzo, come peraltro già accade in Germania. Non possiamo assistere a questa escalation di incidenti in nome della mobilità green»


Ultimo aggiornamento: Sabato 6 Marzo 2021, 18:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA