Milano, domenica stop totale del traffico dalle 10 alle 18: scontro Comune-Regione

video
Domenica prossima 2 febbraio a Milano ci sarà il blocco totale del traffico dalle 10 alle 18 (per tutti i mezzi a motore), una decisione presa dal sindaco, Giuseppe Sala, secondo il quale «in alcuni casi c'è bisogno anche di questi richiami alla collettività e di dire 'facciamo tutti la nostra partè, sapendo che certamente non la risolvi così» la questione dello smog. Il sindaco lo ha spiegato intervistato a Radio Deejay nel corso della trasmissione 'Deejay chiama Italia'. Le previsioni meteo «sono sempre un pò incerte, in ogni caso qui la situazione è difficile. Diciamoci la verità: non è che una giornata di blocco, tra l'altro bloccheremo dalle 10 alle 18, cambia la situazione - ha aggiunto - Purtroppo affrontare il tema ambientale, della transizione ambientale è la cosa più frustrante per me, perché sono consapevole che la soluzione sta nel lungo termine ma i cittadini vorrebbero una situazione diversa subito, domani mattina perché vedono i figli andare a scuola e respirare male». In ogni caso per Sala «le domeniche in cui si usa la bicicletta o si va a piedi male non fanno. È dal 2015 che non se ne fa una, qualcosina farà, avendo però la consapevolezza che un pò tutti dobbiamo fare la nostra parte. Quindi facciamoci una domenica così e poi sono io il primo a confessare che servirà un pochettino».

L'ordinanza comunale con le eventuali deroghe sarà pronta nella giornata di mercoledì.

 
 

LA QUERELLE
No al divieto totale della circolazione delle auto nel Comune di Milano: è la posizione della Regione Lombardia
sull'iniziativa anti- smog annunciata per domenica prossima dal sindaco Beppe Sala. La contrarietà sulla 'domenica a piedì è stata formalizzata con una mozione urgente approvata a maggioranza dal Consiglio regionale. Il testo, presentato dalla Lega, «impegna il Presidente e la Giunta regionale a chiedere al Comune di Milano di non bloccare per domenica 2 febbraio le auto Euro 5 e 6». A favore della proposta leghista si è schierato tutto il centrodestra. I consiglieri 5 Stelle non hanno partecipato al voto (uno si è astenuto), contrari il Pd e gli altri gruppi di opposizione.

Ultimo aggiornamento: Martedì 28 Gennaio 2020, 20:20
© RIPRODUZIONE RISERVATA