Milano, arrestati 3 dipendenti dell'Agenzia delle Entrate per corruzione e abuso d'ufficio

Milano, arrestati 3 dipendenti dell'Agenzia delle Entrate per corruzione e abuso d'ufficio

Nella giornata di oggi nelle province di Milano e Como, i carabinieri del Comando Provinciale di Milano hanno eseguito un'ordinanza di Custodia Cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal gip del Tribunale di Milano su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di 3 dipendenti (2 uomini e una donna) dell'Agenzia delle Entrate - Ufficio Provinciale del Territorio di Milano , ritenuti responsabili - a vario titolo - di corruzione per un atto contrario ai doveri d'ufficio e abuso d'ufficio. L'inchiesta, coordinata dal proc. agg. Laura Pedio e dal sostituto procuratore Giovanni Polizzi, è stata condotta dal Nucleo Investigativo di Milano con la cooperazione, in alcune fasi, della Direzione Audit dell'Agenzia delle Entrate ed ha avuto origine da alcune dichiarazioni spontanee raccolte nel gennaio 2017 da due dipendenti pubblici in merito a presunte condotte illecite da parte di alcuni loro colleghi nel rilasciare visure e certificati aggirando le procedure interne dell'Agenzia, così favorendo alcuni professionisti del settore (cosiddetti 'visuristì) in cambio di utilità. 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 10 Luglio 2020, 11:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA