Anguilla a rischio di estinzione come i panda: la Lombardia mette 5 milioni per salvarla
di Simona Romanò

Anguilla a rischio di estinzione come i panda: la Lombardia mette 5 milioni per salvarla

Pescare le anguille è proprio uno sporco lavoro. Per molti è una prelibatezza a tavola, ma pochi immaginano che l’anguilla rischia di sparire per sempre dai bacini lombardi ed europei. Il numero di esemplari di questo pesce ha subito infatti un calo vertiginoso: dagli anni Ottanta la diminuzione è stata del 99%. Regione Lombardia corre ai ripari e per dare al pesciolone qualche chance di sopravvivenza è stato lanciato il progetto europeo Lifeel, che ha durata quadriennale e che vede coinvolti enti pubblici, università, società private e anche un istituto di ricerca greco.

 

A fare da ente capofila è la Lombardia. Il progetto ha un valore di oltre 5 milioni di euro ed è finanziato per il 50% dall'Unione Europea. «Per rendere concrete azioni di tutela delle popolazioni di anguilla del bacino del Po in Italia e dell’Est Macedonia e Tracia in Grecia», ha affermato Fabio Rolfi, assessore regionale lombardo all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi. I principali obiettivi sono evitare la migrazione verso il Mar dei Sargassi degli esemplari adulti, favorire la mobilità delle anguille nel bacino idrografico e sensibilizzare i pescatori e l’opinione pubblica


Ultimo aggiornamento: Venerdì 23 Aprile 2021, 19:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA