Coronavirus, Guido Bertolaso dimesso: «Ringrazio medici e infermieri, ora al lavoro»

Guido Bertolaso, colpito dal Coronavirus, è stato dimesso. A dare la buona notizia è stato lo stesso ex capo della protezione civile che prima di risultare positivo era stato scelto dal governatore della Lombardia Attilio Fontana per gestire l'apertura dell'ospedale Covid di Fiera Milano.  

LEGGI ANCHE Coronavirus, Boris Johnson stabile, non è attaccato al ventilatore polmonare. Il ministro Gove in isolamento

«Oggi sono stato dimesso dal San Raffaele. Ringrazio tutti i medici e gli infermieri, orgoglio del nostro Paese. Uomini e donne che combattono in prima linea contro il Covid-19 pagando troppo spesso in prima persona con contaminazione e a volte purtroppo anche con la vita», scrive su Facebook Bertolaso. «Grazie - continua - per tutti i numerosi messaggi di affetto che mi avete inviato in questi giorni. Ora forza, c'è ancora tanto da fare. L'Italia ha bisogno dell'aiuto di tutti». 

 

Bertolaso era stato nominato consulente da Fontana per realizzare l'ospedale Covid in Fiera ma si era dovuto fermare lo scorso 24 marzo quando il tampone aveva dato esito positivo al coronavirus costringendolo così a seguire i lavori a distanza.

Il presidente della Lombardia ha parlato al telefono con Bertolaso. «L'ho sentito e ci siamo ripromessi che ci vedremo presto personalmente - ha spiegato -. Mi è sembrato in buona forma e mi ha detto che aveva voglia di prendere un po' d'aria e di mangiare un bel piatto di pastasciutta. Ancora una volta l'ho ringraziato per il decisivo e prezioso lavoro che ha fornito alla Lombardia, ma più in generale all'Italia intera, per il contrasto al virus». «Il suo impegno anche durante la malattia - gli ha riconosciuto Fontana - è stato costante e ha contribuito a raggiungere l'incredibile obiettivo di realizzare l'ospedale della Fiera di Milano in una decina di giorni».


Ultimo aggiornamento: Martedì 7 Aprile 2020, 16:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA