Ragazza di 16 anni ricoverata per un'infezione: è dello stesso paesino di Veronica Cadei. Il sindaco: «No allarmismi»

Veronica Cadei, ragazza di 16 anni ricoverata per un'infezione: è dello stesso paesino. Il sindaco: «No allarmismi»

Una ragazza di 16 anni dello stesso paese di Veronica Cadei, la 19enne morta qualche giorno fa, è stata ricoverata all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo a causa di una sepsi, un'infezione sulle cui cause stanno indagando i medici che l'hanno in cura da mercoledì sera. Entrambe le ragazze, sia la sedicenne che Veronica, sono di Villongo, provincia di Bergamo.

Leggi anche > Veronica, sorpresa dall'autopsia: non è morta per meningite

Per quanto riguarda la ragazza ricoverata, oggi arriveranno gli esiti degli esami e si saprà se all'origine dell'infezione ci sia o meno il batterio - il meningococco C - che è costato la vita alla stessa Veronica Cadei: il quadro clinico è comunque decisamente migliore per la sedicenne, riferisce oggi L'Eco di Bergamo. Il caso della sedicenne e quello di Veronica Cadei non sarebbero comunque in alcuna maniera collegati tra loro.

 
 

La ragazza frequenta la seconda superiore in una scuola di Sarnico, dove oggi l'Ats ha organizzato un incontro formativo con i genitori e i compagni di classe. Ieri il Dipartimento di prevenzione della stessa Ats ha contattato i sindaci di Villongo e Sarnico, informandoli del ricovero della sedicenne e del fatto che sono state avviate le relative indagini mediche. Sono anche già state avviate, in via precauzionale, le profilassi tra familiari e compagni di scuola.

IL SINDACO: NO ALLARMISMI A seguito dei due casi di sepsi da meningococco C, il sindaco di Villongo, Maria Ori Belometti, ha diramato un comunicato per tranquillizzare la popolazione: «Cari concittadini, ho deciso di emettere un comunicato per evitare inutili allarmismi. Sono in contatto due volte al giorno con l'Ufficio di sanità pubblica, che monitora costantemente la situazione. Le indagini sanitarie e la profilassi necessaria sono in corso. Non c'è nessun pericolo per la cittadinanza». 

Ultimo aggiornamento: Venerdì 6 Dicembre 2019, 16:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA