Tutti in fila per Alessandro, centinaia di ragazzi pronti a donare il midollo osseo per salvare il bimbo di un anno e mezzo Le immagini della lunga coda
di Simone Pierini

Tutti in fila per Alessandro, centinaia di ragazzi pronti a donare il midollo osseo per salvare il bimbo di un anno e mezzo Le immagini della lunga coda

Tutti in fila per donare il midollo osseo ad Alessandro. «Mi sono messa nei panni dei genitori del piccolo e ho sentito il dovere di assumermi questa responsabilità». Lo racconta Costanza, una studentessa di 22 anni di Economia e lingue, ancora in fila insieme a un altro centinaio di persone in piazza Sraffa a Milano, per iscriversi nella lista dei donatori di midollo osseo, in una gara di solidarietà per salvare Alessandro Maria Montresor, il bimbo di un anno e mezzo che ha una malattia genetica rara.

Alessandro cerca donatore di midollo. «Gli restano 5 settimane»​



Il piccolo, affetto da linfoistiocitosi emofagocitica, è nato e vive a Londra, dove lavorano i suoi genitori italiani, il papà Paolo Montresor, veneto, e la mamma, Cristiana Console, napoletana.
 

 
 
All'evento di oggi di Admo, l'associazione donatori di midollo osseo, hanno partecipato tra ieri e oggi circa 500 persone. «Grazie alla notizia del caso del piccolo Alex abbiamo avuto una partecipazione straordinaria - ha commentato Mirko Antonioli, consigliere regionale e volontario dell'associazione - e il numero di partecipanti si è quasi quintuplicato rispetto all'anno scorso».
 
 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Ottobre 2018, 19:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA